La collezione Terrae Motus alla Reggia di Caserta: un nuovo allestimento per i 40 anni della mostra

collezione-Terrae-Motus-reggia-di-caserta.jpg

Un nuovo allestimento per i 40 anni della grande collezione Terrae Motus con 21 delle 72 opere che saranno esposte nelle sale degli appartamenti reali. L’importante collezione, voluta da Lucio Amelio, fu creata in occasione del terremoto del 1980 e contiene opere di grandi artisti, tra i quali Andy Warhol, Mimmo Palladino, Michelangelo Pistoletto, Mario Merz e tanti altri.

 

In occasione del quarantennale del terremoto del 1980, è stato predisposto un nuovo riallestimento della grande collezione Terrae Motus che è conservata alla Reggia di Caserta ma, attualmente, non è visibile.

Ben ventuno delle 72 opere, tra le quali alcune tra le più rappresentative della collezione, saranno sistemate negli appartamenti Reali per un nuovo allestimento “che metterà in dialogo arte contemporanea e monumento borbonico

L’evento sarà il primo passo per ricollocare in ambienti più appropriati l’importante collezione ideata da Lucio Amelio per raccontare il sisma del 1980 grazie alle opere eseguite in quei drammatici giorni del 1980 da tanti grandi artisti contemporanei tra i quali Andy Warhol, Mimmo Palladino, Michelangelo Pistoletto, Mario Merz e tanti altri.

Una collezione voluta da Lucio Amelio per raccontare il sisma del 1980

Attualmente la grande collezione di Terrae Motus, donata in eredità alla Reggia nel 1993 da Amelio, si trova negli spazi in precedenza utilizzati dall’Aeronautica ma non è visibile. In progetto c’è di esporre i 72 grandi lavori della collezione Terrae Motus nel percorso museale degli appartamenti reali.

Dal 23 novembre, quarantesimo anniversario del sisma in Irpinia, 21 di queste opere torneranno visibili al pubblico. Era prevista un’apertura speciale della Reggia di Caserta, ma è tutto rimandato per l’emergenza.

Speriamo di poter tornare presto nei musei per ammirare il “Fate Presto” di Warhol e altre di Long, Pistoletto e le altre opere conservate nei nostri grandi musei.

La Collezione Terrae Motus di Lucio Amelio

Il gallerista napoletano Lucio Amelio ideò e costituì la Collezione Terrae Motus a partire dalla fine degli anni ’80, invitando grandi artisti contemporanei a dedicare un’opera che testimoniasse la propria reazione al terribile disastro del terremoto Irpino.

All’epoca molti grandi artisti risposero all’appello donando queste opere, a “tema” divenute poi Collezione Terrae Motus.

Nella collezione ci sono opere di tantissimi importanti artisti tra cui Andy  Warhol, Keith Haring, Donald Baecheler, Alighiero Boetti, James Brown, Sergio Fermariello, Gilbert e George, Jannis KJounellis, Milan Kunc, Mario Merz, Mimmo Paladino, Vettor Pisani, Gianni Pisani, Michelangelo Pistoletto, Robert Rauschenberg, Mario Schifano, Ernesto Tatafiore e tanti altri.  

Il riallestimento di Terrae Motus consentirà di esporre al momento 21 delle 72 opere negli appartamenti reali. La collezione fu donata nel 1993 da Lucio Amelio alla Reggia di Caserta “purché fosse esposta in maniera permanente”.

Maggiori informazioni – Collezione Terrae Motus Reggia di Caserta

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend