Kene/Spazio: il Mali e l’Africa che cambia in una mostra al MANN di Napoli

mostra-keita-al-mann-1.jpeg

Uno spaccato dell’Africa che cambia e che favorisce l’integrazione e la contaminazione

 

Dal 22 ottobre al 30 novembre al MANN, il Museo Archeologico nazionale di Napoli, sarà visibile la mostra “Kene/Spazio”, con 55 particolari scatti fotografici che racconteranno il Mali e l’Africa che cambia.

Non si tratta solo di una esposizione, ma di un vero e proprio progetto culturale che propone diversi scatti, realizzati dall’artista ventiseienne Mohamed Keita e dai suoi giovanissimi allievi che, dal 2017, frequentano a Bamako in Mali un corso sulle tecniche e sulle suggestioni della fotografica.

Un progetto originale “Kene”, ideato da Mohamed Keita e dalla Fondazione Pianoterra Onlus, che ha girato diverse città italiane vincendo anche la sezione italiana del contest fotografico “Focus Philantropy” coordinato a livello europeo dalla rete Dafne.

Una mostra che propone un vero e proprio progetto culturale

Il fotografo Mohamed Keita, proviene dalla Costa d’Avorio, arrivò nel 2010 a Roma, come rifugiato politico, e li incontrò la fotografia divenendo un professionista. Keita decide poi di condividere con gli altri la sua avventura come mezzo di trasformazione sociale e ritorna in Africa a Bamako (Mali), per creare uno spazio dove i ragazzi possano imparare la fotografia valorizzando la loro crescita culturale.

Il risultato è eccezionale e si vede nella mostra al MANN. La mostra di “Kene” che significa Spazio, comprende cinque fotografie di Mohamed Keida e circa 50 immagini realizzate dai ragazzi che frequentano i suoi corsi in Mali ma anche una importante documentazione per immagini di quanto realizzato nei laboratori in Africa.

Il centro di Keida ha aumentato il numero degli allievi che da 9, sono diventati 16 ed è diventato un punto di riferimento e luogo di aggregazione per l’intera comunità dei giovani e delle loro famiglie e si sta aggiungendo un nuovo piano per ampliare l’offerta educativa.

Al MANN anche la possibilità di acquistare una delle opere in mostra sul sito http://www.studiokene.org, sostenendo le attività laboratoriali del gruppo in Mali. Disponibile anche un libro “Kene – Mohamed Keita” con la storia e le immagini del progetto.

Maggiori informazioni: Museo Archeologico nazionale di Napoli

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend