La grande mostra “Luca Giordano, dalla Natura alla Pittura” al Museo Nazionale di Capodimonte di Napoli

la-deposizione-di-Cristo-Luca-giordano.jpg

Una grande mostra su Luca Giordano, il più importante pittore barocco in Europa dopo Rubens e tra i più grandi pittori del Seicento napoletano, aprirà a breve a Capodimonte dopo il successo avuto a Parigi

 

 

Dal giorno 8 ottobre 2020 al 10 gennaio 2021 presso il Museo e Real Bosco di Capodimonte a Napoli si terrà la mostra dal titolo “Luca Giordano, dalla Natura alla Pittura” a cura di Stefano Causa e Patrizia Piscitello.

museo di capodimonte

In esposizione 90 straordinarie opere che arrivano dai musei e istituzioni napoletane come il  Complesso dei Girolamini, Curia di Napoli, Museo e Certosa di San Martino, Museo Duca di Martina, Museo del Tesoro di San Gennaro, Pio Monte della Misericordia e tanti altri, ma anche da prestigiose istituzioni culturali straniere come Louvre, Prado, Patrimonio Nacional, Fondazione Santamarca e molte altre anche italiane come la Pinacoteca nazionale di Bologna o i Musei civili di Vicenza.

Opere straordinarie che ci faranno conoscere Luca Giordano che è stato il più importante pittore barocco in Europa dopo Rubens e uno tra i più grandi pittori del Seicento napoletano.

Una grande esposizione che arriva a Napoli, dopo l’enorme successo di critica e di pubblico, avuto a Parigi dove la mostra dal titolo “Giordano, le génie de la peinture napolitaine” è stata al Petit Palais di Parigi dal 14 novembre 2019 al 23 febbraio 2020.

Luca Giordano il più importante pittore barocco in Europa dopo Rubens

Luca Giordano fu un artista che si affermò anche fuori da Napoli lavorando a Roma a Venezia a Firenze e alla corte del Re in Spagna. In tutte queste città ebbe modo di ammirare ed amare i capolavori di Raffaello, Caravaggio, Tiziano, Tintoretto e lavorò con grandi maestri quali Ribera e Mattia Preti.

Giordano nacque a Napoli nel 1634 e morì sempre in città nel 1705, dopo aver girato e lavorato in tutta Italia e anche a Madrid come pittore di corte del Re di Spagna. Fu anche uno dei pittori più prolifici mai esistiti con circa 3000 dipinti conosciuti dislocati in moltissimi paesi del mondo tra musei, chiese o di proprietà di collezionisti privati.

All’epoca fu anche soprannominato “Luca Fapresto” o Luca vac’e press nomignolo che gli fu dato mentre stava lavorando nella chiesa di Santa Maria del Pianto a Napoli perché in soli due giorni dipinse tutte le tele della crociera.

Una grande mostra da non perdere che è stata strutturata in dieci sezioni con oltre novanta opere e presenta un allestimento particolare e straordinario che diventa un susseguirsi di “stanze delle meraviglie”.

Alla fine c’è anche un’installazione multimediale interattiva che mostra alcuni dei luoghi e delle opere affrescate dall’artista a Napoli: nella chiesa di San Gregorio Armeno, di Santa Brigida, alla Certosa di San Martino e nei Girolamini: quasi un invito rivolto al visitatore a proseguire la visita in città alla ricerca dei capolavori di Luca Giordano nelle principali chiese e luoghi culturali cittadini.

A Capodimonte un biglietto unico per il Museo e le grandi mostre

In questo periodo il Museo e Real Bosco di Capodimonte sta emettendo un unico biglietto intero di 10 euro per la visita alle straordinarie collezioni permanenti e alle grandi mostre in corso.  Valgono comunque tutte le varie riduzioni dei musei statali con ragazzi fino a 25 anni 2 euro, insegnati gratis ecc.

 

Fino al 15 novembre 2020 si potrà pertanto visitare anche la mostra Gemito  Gemito. Dalla scultura al disegno sul grande artista partenopeo e poi, fino al 6 aprile 2021, una grande esposizione che ci farà conoscere le bellezze della grande Napoli Borbonica dal titolo Napoli Napoli.. di lava, porcellana e musica.

Inoltre, fino al 10 maggio 2021 a Capodimonte anche una straordinaria mostra con quattrocento opere, tra sculture, disegni e maquette di Santiago Calatrava, architetto e artista spagnolo, una fra le menti creative più brillanti dei nostri giorni. Santiago Calatrava: Nella luce di Napoli. Un’occasione unica per andare al grande museo sulla collina di Capodimonte che da qualche tempo è raggiungibile dal centro di Napoli anche con uno speciale bus navetta ANM al prezzo di una normale corsa. La linea dei tre musei

Luca Giordano a Capodimonte: prezzi, orari e date

  • Quando: 8 ottobre 2020 – 10 gennaio 2021
  • Orari: Il Museo è aperto tutti i giorni tranne il mercoledì dalle 8.30 alle 19.30. L’ultimo ingresso consentito è alle 18.30.
  • Dove: Museo Nazionale di Capodimonte, Napoli
  • Prezzo biglietto: Biglietto museo comprensivo delle mostre in corso € 10 intero – € 2 ridotto per visitatori di età compresa tra 18 e 25 anni  
  • Contatti e informazioni: Luca Giordano, dalla Natura alla Pittura

© Napoli da Vivere – riproduzione riservata

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend