Visita negli antichi sotterranei di Ercolano, dove fu scoperta la città romana: video-tour

ercolano-di-sera.jpg

Un video con una discesa nelle caverne antiche di Ercolano, quelle scavate per accedere alla città ricoperta dal Vesuvio e da dove si entrava ai tempi del Gran Tour

 

 

Grazie ad un video del Parco Archeologico di Ercolano si potrà scendere nelle visceri della terra, al Teatro Lapillo, ripercorrendo i momenti della scoperta delle rovine dell’Antica Ercolano trovata nel 1710 da un contadino della zona che scavò di un pozzo per irrigare il suo orto e ritrovò la città antica.

Un viaggio molto particolare tra i cunicoli che furono poi percorsi nel 1700 per accedere alla città sotterrata e alle sue meraviglie.

Il cosi detto Teatro Lapillo era  l’antico accesso agli scavi di Ercolano, quello che fu utilizzato dai viaggiatori del Grand Tour nel Settecento per “scendere” sottoterra e ritrovarsi nel 79 d.C. quando l’eruzione del Vesuvio distrusse Pompei ed Ercolano sotterrandole con cenere e lapilli e conservandole per secoli.

Teatro Antico Ercolano

Accompagnati da una funzionaria del Parco Archeologico si potranno vedere le meraviglie della zona e scoprirne l’affascinante storia.

I materiali recuperati nei primi scavi usati per villa d’Elboeuf

Si narra che gli antichi marmi ritrovati furono acquistati da un artigiano impiegato nella realizzazione della splendida villa d’Elboeuf, sita nelle immediate vicinanze del porto del Granatello a Portici e la prima delle 122 ville vesuviane costruite nel Miglio d’oro.

villa d’Elboeuf e il porto del Granatello

Lo stesso principe d’Elboeuf intraprese poi altri scavi a circa 25 metri al di sotto del livello stradale creando un particolare reticolo di cunicoli che costituì l’accesso alla antica Ercolano per i viaggiatori del Gran Tour.

Il video è disponibile, assieme ad altri, sul canale YouTube del MiBACT, dove dall’inizio dell’emergenza, si trovano tanti contributi audiovisivi per permettere a tutti di continuare a godere del patrimonio culturale Italiano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend