Riaperta dopo 30 anni la Casa del Bicentenario nel Parco Archeologico di Ercolano.

dettaglio-3.jpg

Herculaneum: Conservation of the Tablinum of the House of the Bicentenary

Ercolano ci restituisce un vero capolavoro, una tra le case più sontuose della cittadina sepolta dall’eruzione, la Casa del Bicentenario

 

 

Una delle domus più belle e sontuose di Ercolano è stata riaperta al pubblico dopo la chiusura del 1983 per dissesti di ordine strutturale. L’antica casa di Ercolano è detta del Bicentenario perché fu scoperta durante gli scavi del 1938 condotti dall’archeologo Amedeo Maiuri, a duecento anni esatti dai primi scavi effettuati dai Borbone nella città di Herculaneum nel 1738.

Una bella e ricca domus di età Giulio – Claudia che ci consente di conoscere la vita domestica e gli usi e costumi degli antichi abitanti di Ercolano. Una casa che si trova in una zona centralissima della antica città, a pochi passi dal Foro e dal Teatro, e che era composta di ben tre piani per una superficie totale di 600 metri quadrati.

Una Domus di ricchi patrizi romani

La Casa del Bicentenario era una domus di ricchi patrizi dell’epoca, con pavimenti decorati e pitture raffinate alle pareti e con addirittura un porta scorrevole in legno, vero lusso per l’epoca.

Nella casa sono anche state ritrovate delle tavolette cerate al piano superiore. E di particolare importanza è il ritrovamento di questo vero e proprio archivio di tavolette, piccole tavole di legno per la scrittura e di alcuni papiri che erano dei documenti importanti relativi alle attività svolte dai padroni di casa.

Si calcola che al momento dell’eruzione ci fossero almeno centocinquanta documenti su tavolette di legno accompagnati da un unico papiro, sistemati in una cassa di legno in una camera al primo piano accessibile solo dai padroni della casa.

Ma i lavori nel cantiere della casa continueranno, contestualmente all’apertura al pubblico, così da far conoscere ai visitatori anche le problematiche legate alle attività di restauro e anche alla riqualificazione dei giardini riportandoli al loro antico splendore anche con la ripiantumazione di rose e piante ornamentali.

Maggiori informazioni La Casa del del Bicentenario a Ercolano 

Foto Mibact 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend