Gladiatori combattenti: un nuovo magnifico affresco scoperto a Pompei

gladiatori-pompei-1-e1571599617346.jpg

Un’altra nuova ed eccezionale scoperta negli scavi archeologici di Pompei. In questi giorni è stato ritrovato un affresco che raffigura due gladiatori al termine del combattimento, dove uno vince e l’altro soccombe.

 

 

Pompei non finirà mai di stupirci: basta scavare e vengono ritrovate cose stupende rimaste seppellite per secoli. In questi giorni è stato annunciato un nuovo eccezionale ritrovamento effettuato a Pompei nell’area di cantiere della Regio V. Durante i lavori per la messa in sicurezza previsti dal Grande Progetto Pompei è stato infatti rinvenuto un affresco eccezionale che riproduce la scena di un combattimento tra due gladiatori.

Un affresco perfetto, su fondo bianco, che riporta due diversi gladiatori che combattono tra loro, un Mirmillone e un Trace con armature differenti: una scena che rappresenta quello che è avvenuto realmente decine di migliaia di volte nelle arene romane.

Il gladiatore di sinistra è un Mirmillonem della categoria degli Scutati e combatte con un’arma di offesa, il gladium, la spada corta romana, ed ha con se il grande scudo rettangolare, lo scutum. Porta anche sul capo l’elmo a tesa larga con la visiera con pennacchi.

L’altro a destra nell’affresco, è riportato in posizione soccombente, cioè di colui che ha perso il combattimento, ed è un Trace, gladiatore della categoria dei Parmularii. Il suo scudo è a terra ma indossa ancora l’elmo, la galea, a tesa larga ed ampia visiera a protezione del volto.

Una bottega frequentata da gladiatori

L’affresco misura circa 1,12 mt x 1,5mt e forse era sistemato alla base di una scala di una bottega probabilmente frequentata da gladiatori. Per gli esperti è molto probabile che il luogo fosse frequentato da questi combattenti  perché si trova nella Regio V, poco distante dalla caserma dei gladiatori dove, tra l’altro, sono state ritrovati tantissimi graffiti riferiti al mondo dei gladiatori.

L’affresco è molto ben fatto e molto realistico e riporta anche le ferite, come quella al polso e al petto del gladiatore che sta perdendo il combattimento, con il sangue che scende e bagna i gambali. E questo affresco è solo il primo ritrovamento in questo ambiente in cui si sta continuando a scavare.

Maggiori informazioni: Pompeiisites.org | Foto: Pagina ufficiale Pompeii – Parco Archeologico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend