Joan Miró al PAN di Napoli con 80 opere in mostra

mostra-282a-2.jpg

Per la prima volta le opere di Mirò a Napoli in una mostra importante che sarà inaugurata dal Ministro della Cultura portoghese e dal Sindaco di Napoli. Un evento che nell’ultima esposizione in Portogallo ha richiamato oltre 300.000 visitatori

Aggiornamento 11/11/2019 : Grande successo per la mostra “Joan Miró. Il linguaggio dei segni”: oltre 15.000 visitatori nel primo mese di apertura. Al PAN, il  Palazzo delle Arti Napoli, in via dei mille 60, grande successo per la mostra su Mirò in programma fino al 23 febbraio 2020. E’ piaciuta tanto a cittadini, scuole e ai tanti turisti italiani, cinesi, giapponesi, inglesi, spagnoli e francesi in città. Oltre 15.000 visitatori hanno apprezzato la grande mostra dove si potranno ammirare opere di un lungo periodo produttivo dell’artista catalano, dal 1924 al 1981.

———–

Dal 25 settembre 2019 al 23 febbraio 2020 un’importante mostra al PAN di Napoli ci permetterà di ammirare ben 80 opere originali di Joan Miró il maestro Catalano grande esponente del surrealismo.

AL PAN, il Palazzo delle Arti di Napoli di via dei Mille, potremo ammirare opere straordinarie di Joan Miró che fanno parte della collezione del Museo Serralves di Porto. Tutte opere originali tra quadri, disegni, sculture, collages e arazzi che provengono dalla importante collezione di lavori del grande maestro catalano e che sono di proprietà dello Stato portoghese.

La mostra Joan Miró. Il linguaggio dei segni è curata da Robert Lubar Messeri, professore di storia dell’arte all’Institute of Fine Arts della New York University e direttore della Càtedra Miró presso l’Open University of Catalunya, e allestita assieme a Francesca Villanti, direttore scientifico di C.O.R.

Sei decenni di attività di Miró, dal 1924 al 1981, al PAN di Napoli  

Opere particolari e importanti saranno al Pan di Napoli che sono state esposte per la prima volta al Museo Serralves di Porto, tra ottobre 2016 e giugno 2017, ed hanno richiamato oltre 300.000 visitatori.

Una collezione davvero importante che copre un periodo di sei decenni della carriera di Joan Miró, dal 1924 al 1981 e che si concentra in particolare sulla trasformazione dei linguaggi pittorici che l’artista catalano iniziò a sviluppare nella prima metà degli anni Venti.

Potremo ammirare anche la famosa opera del 1924, Ballerina, che aprirà il percorso dell’esposizione. L’opera mostra il percorso che Miró ha intrapreso per arrivare al maturo linguaggio dei segni: una linea sostituisce il corpo della ballerina, un semicerchio in alto la testa. In questo modo Miró avviò il processo di riduzione e semplificazione della figura.

Poi, seguendo il percorso fino alle opere degli anni ’80, vedremo che figura e sfondo, segno, superficie e supporto sono equilibrati a tal punto che sembrano dei semplici frammenti di oggetti. La figura si fonde con il suo supporto così come nell’opera Senza titolo del 1981 che rappresenta al meglio questa trasformazione.

Joan Miró. Il linguaggio dei segni è un progetto è promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, con il supporto del Ministero della Cultura portoghese, il patrocinio dell’Ambasciata del Portogallo in Italia e organizzata dalla Fondazione Serralves di Porto con C.O.R. Creare Organizzare Realizzare.

Joan Miró in mostra al PAN di Napoli: date, orari e biglietti

  • Date: dal 25 settembre 2019 al 23 febbraio 2020
  • Orari: dal lunedì alla domenica ore 9:30 – 19:30
  • Dove: PAN Palazzo delle Arti Napoli – Via dei Mille, 60, 80121 Napoli NA
  • Biglietti: nd

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend