Alla scoperta della Reggia di Portici e del suo Orto Botanico

Grande-festa-per-i-145-anni-dellOrto-Botanico-alla-Reggia-di-Portici.jpg

 

La recente riapertura del bellissimo Parco della Reggia di Portici ha moltiplicato le iniziative verso questo luogo incantevole e storico a due passi da Napoli. Stavolta vi parliamo di una visita guidata che si terrà Domenica 20 Maggio 2018 a cura dell’Associazione culturale Megaride Art dal titolo Tra Arte e Natura: la Reggia con le sue sale e il suo orto botanico. Un incontro particolare che coniugherà Arte, Archeologia e Natura andando ad esaminare l’Appartamento Storico della Reggia di Portici, le Sale che accolgono il Museo Ercolanense e l’Orto Botanico. Tanti veri capolavori che potremo scoprire in una mattinata accompagnati da bravi storici dell’arte e da altro personale specializzato per i vari siti che ci illustreranno questi luoghi eccezionali.

La Reggia di Portici

Il sito di Portici, prescelto da re Carlo per motivi paesistici e per le risorse adatte alla caccia, si rivelò profondamente intriso di memorie sepolte: ad ogni scavo della terra, necessario per la realizzazione delle nuove costruzioni, qualche meraviglia del passato riemergeva alla luce. I reperti, provenienti dalle città sepolte di Ercolano e Pompei, si rivelarono ricchi e numerosi e furono sistemati nelle stanze della Reggia. Ben presto i reperti formarono una delle raccolte più famose al mondo e diedero vita all’Herculanense Museum, inaugurato nel 1758 e meta privilegiata del Grand Tour. Nei primi anni dell’Ottocento, le collezioni di archeologia furono trasferite a Napoli e costituirono il nucleo dell’attuale Museo Archeologico Nazionale.

L’orto botanico di Portici

L’Orto botanico di Portici occupa parte del parco della Reggia, voluta dal re Carlo di Borbone nel 1738. Ancora oggi sono visibili le opere architettoniche realizzate nel Settecento: cassoni per le piante, muri di cinta, busti marmorei e fontane, aiuole specializzate, vasche con piante acquatiche e la Serra Pedicino. Ripartite secondo un ordine sistematico, l’esposizione botanica è organizzata per distribuzione geografica e tipologie ambientali: vi si allevano conifere, flora del Mediterraneo, magnolie e piante provenienti dal Centro e Sud America, Australia, Sudafrica e di origine euroasiatica. Adiacente al giardino storico e all’ombra dei lecci, il giardino delle felci è uno degli angoli più suggestivi dell’Orto. Vi si coltivano oltre 400 specie provenienti dai deserti africani e americani. Al verde strutturato ed antropico del giardino storico, si contrappone la natura quasi selvaggia del bosco circostante. L’Orto botanico e il bosco insieme costituiscono un eccezionale documento di una cultura museale in cui la natura e la storia si saldano, unendo le qualità del museo scientifico, del giardino storico e del sito archeologico.

La visita guidata di Domenica 20 maggio

​L’appuntamento è alle ore 10.00 presso ingresso Reggia di Portici mentre l’attività culturale inizierà alle ore 10.30. Costo riservato è € 16 mentre per i soci di Megaride Art è di € 14. Entrambi i costi comprendono: Biglietto di ingresso al Complesso della Reggia di Portici: Appartamento Storico- Museo Ercpolanense- Orto Botanico servizio radio con auricolari – visita guidata intero Complesso. La visita sarà svolta da personale specializzato per i vari siti: Storico dell’Arte – Guida Turistica Abilitata per Appartamento Storico e Museo; Guida Naturalistica per Orto Botanico . Prenotazione obbligatoria e informazioni Megaride Art 3481149647.

Share this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top