4 visite guidate da non perdere a Napoli weekend 24-25 giugno 2017

Festa-dei-Gigli-2017-a-Nola.jpg

Sempre tante le visite guidate nei luoghi più belli di Napoli, in genere proposte da associazioni che lavorano da anni sul territorio e che utilizzano brave guide e storici dell’arte per accompagnarci nei posti più belli della nostra terra. Sabato 24 si potranno visitare i luoghi della famosa Festa dei Gigli di Nola che si terrà poi domenica mentre domenica 25 altre 3 visite interessanti a Napoli: all’Oasi degli Astroni, nei quartieri spagnoli e in luoghi molto belli del centro storico.Domenica poi al Maschio Angioino percorsi sotterranei e ispirati al Graal al Maschio Angioino per tante speciali viste guidate

Chiedete sempre informazioni e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro proposto. Molte associazioni effettuano più visite guidate nei weekend e telefonando potete chiedere informazioni su altri itinerari. Buon fine settimana a tutti.

Sabato 24 Giugno 2017 – La festa dei gigli di Nola e il Museo Archeologico

Contributo 7 euro. Con Megaride. – Un itinerario alla scoperta della storia della straordinaria Festa dei Gigli di Nola, tradizione plurisecolare che affonda le sue origini nel V secolo, che rientra nella Rete delle grandi macchine a spalla italiane, dal dicembre del 2013 inserita nel Patrimonio orale e immateriale dell’umanità dell’UNESCO. Il percorso si svilupperà nella mattina del sabato, giorno precedente la grande ballata dei gigli che si svolgerà lungo tutta la giornata di domenica 28. Prima tappa dell’itinerario sarà il Museo Storico Archeologico dell’Antica Nola che ripercorre le tappe dello sviluppo storico di una delle più importanti città della Campania antica, dove si potranno ammirare alcune eccezionali testimonianze come la ricostruzione di capanne dell’Età del Bronzo, ritrovate nel “Villaggio preistorico” di Nola, la cosiddetta Pompei della Preistoria. Successivamente si andrà alla scoperta delle meravigliose macchine da festa, i gigli, obelischi di legno rivestiti di cartapesta che prendono il nome delle antiche corporazioni delle arti e mestieri, posizionati in diverse piazze e slarghi della città in attesa della domenica, ripercorrendo la storia della Festa, con i suoi usi, le tradizioni e i protagonisti.

Appuntamento: ore 10.00 presso  Piazza Immacolata (vicino ingresso della chiesa). La piazza dista poche centinaia di metri dalla stazione Circumvesuviana di Nola. Accanto alla piazza si trova, inoltre, un grande parcheggio comunale in Piazza d’Armi Inizio attività culturale: ore 10.15  circa.Costo Soci Megaride, in possesso di Fidelity Card, € 6 – non in possesso di Fidelity Card, € 7. Informazioni e prenotazione obbligatoria Megaride 348 114 9647

Domenica 25 giugno 2017 – L’oasi degli Astroni

Contributo 10 euro. Con Assodipendenti. Una interessante  visita guidata al cratere degli Astroni, nato circa 3.700 anni fa, fa parte del campo vulcanico dei Campi Flegrei, un sistema di edifici vulcanici sviluppatisi ad ovest della città di Napoli. Sul significato del termine Astroni esistono diverse ipotesi. Una di queste fa derivare l’origine del nome dalla parola Sturnis, per l’abbondante presenza di stormi di Aironi nell’area; alcuni invece ritengono che derivi da Sterope, un Ciclope che, secondo la mitologia, viveva in quest’area. La seconda metà del XV secolo vede la trasformazione del cratere degli Astroni in riserva di caccia Reale, per opera di Alfonso I d’Aragona, il quale popolò il cratere di specie animali di interesse venatorio come cinghiali, cervi, caprioli e uccelli. Nel 1721 l’area sospese il suo ruolo di riserva di caccia e fu donata ai Gesuiti, che la tennero fino al 1739, quando fu ceduta a Carlo III di Borbone che la riconvertì in riserva di caccia e la ripopolò nuovamente di selvaggina. A partire dalla metà del 1800, l’attuale riserva entrò nell’area di gravitazione della città di Napoli e la sua funzione iniziò a mutare radicalmente: dal 1919 al 1970, infatti, affidata in gestione all’Opera Nazionale Combattenti, l’area fu sottoposta ad un forte sfruttamento agricolo, mentre durante la seconda guerra mondiale fu utilizzata come deposito di armi. Nel 1992 venne insediata l’Oasi WWF dopo un complesso iter burocratico e aperta al pubblico.

Appuntamento:Ore 10,00: raduno dei partecipanti nel piazzale, davanti all’ingresso principale. Ore 10,30: inizio visita guidata- Durata: circa 2 ore. Contributo associativo euro 10 comprensivo di biglietto d’ingresso. Nota bene: il percorso è poco indicato per persone con limitata capacità motoria. Si consigliano scarpe e abiti adatti a  percorsi  escursionistici. Non  e’ consentito l’ingresso agli  animali domestici ed e’ vietato l’uso di biciclette e palloni. Informazioni e prenotazione obbligatoria. Assodipendenti  3386702541 – 081.6140920

Risultati immagini per quartieri spagnoli

Domenica 25 Giugno 2017 – E te porto p’e quartieri. Visita ai Quartieri Spagnoli

Contributo 7 euro. Con SireCoop. Un affascinante itinerario che ci permetterà di scoprire le ricchezze storico-artistiche dei Quartieri Spagnoli, sorti nel XVI secolo per volere di don Pedro de Toledo tra il Castel Sant’Elmo e la nuova strada a lui intitolata destinata a collegare il centro della città con il Palazzo Vicereale. La loro funzione era quella di accogliere le guarnigioni militari spagnole destinate alla repressione di eventuali rivolte della popolazione napoletana, oltre che come dimora temporanea per i soldati che passavano da Napoli in direzione di altri luoghi di conflitto. L’itinerario si articolerà nel reticolo di vicoli che compongono il quartiere Montecalvario, alla scoperta delle loro origini toponomastiche, degli slarghi inaspettati, dei graffiti moderni e ironici di Cyop & Kaf, dei palazzi storici che ospitarono Giacomo Leopardi durante la sua permanenza a Napoli, di complessi religiosi dove la fede è ancora viva e radicata, come il Santuario di Santa Maria Francesca delle Cinque Piaghe (esterno).

Appuntamento: ore 18:00 uscita fermata funicolare “Corso Vittorio Emanuele” (Funicolare di Montesanto), ore 20:00 conclusione attività. Contributo: euro 7,00. Soci 6,00. Si prega di prenotare entro il giorno precedente le visite così da consentirci il raggiungimento del numero minimo partecipanti. Informazioni e prenotazione obbligatoria  Sirecoop 392/2863436.

Domenica 25 Giugno 2017 – Innamorati di Napoli

Contributo 7 euro. Con Insolitaguida. Una passeggiata narrata tra le bellezze di Napoli. Aveva ragione Matilde Serao quando parlava di Napoli, trovando conferma dal “professore” Luciano De Crescenzo in uno dei suoi film più famosi: Napoli è sempre stata ( e sarà sempre) una città d’amore! E partendo da questo concetto che l’associazione culturale Insolitaguida, sempre impegnata a mostrare i mille volti di Napoli, prende spunto per una nuova passeggiata narrata che dedicata sia agli innamorati cui Napoli ha fatto da testimone sia a tutte le persone che sono innamorate proprio di questa bellissima città! Il titolo la dice lunga; a seconda dell’accento cambia il significato anche se il “succo del discorso” è sempre lo stesso: tutti s’innamorano a Napoli e tutti amano Napoli. L’amore raccontato nel corso dell’itinerario assumerà diverse sfumature: da quello rappresentato da uno sguardo fugace “rubato” in una chiesa tanto ingenuo a nostri occhi ma così vivo di passione nella realtà, all’amore dimostrato da un intero popolo nei confronti dei suoi defunti senza nome, giusto per fare degli esempi. Non sveliamo particolari e dettagli per tenere alto l’interesse; riveliamo solo che il tour partirà da una fontana, che la leggenda vuole sia nata dalle lacrime di una pia monachella rivolte per la Passione di Gesù, e che è prevista una visita al Santo Patrono degli innamorati, San Valentino.

Appuntamento: 10:30 dove comunicato in fase di prenotazione, Contributo Soci € 5; Non soci € 7 Informazioni e prenotazione obbligatoria Insolita Guida  338 965 22 88

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend