5 visite guidate da non perdere a Napoli: weekend 23-24 gennaio 2016

5-visite-guidate-da-non-perdere-a-Napoli-weekend-23-24-gennaio-2016.jpg

Anche in questo weekend tante visite guidate proposte da tantissime associazioni con interessanti passeggiate per conoscere i posti più belli di Napoli assieme a brave guide e storici dell’arte che ci racconteranno la nostra storia e il grande patrimonio artistico culturale della nostra città.

In particolare un weekend dove sabato si potrà scoprire il Museo del tessile e dell’abbigliamento “Elena Aldobrandini”  ospitato nel complesso monumentale seicentesco di Santa Maria delle Grazie o rivedere il cimitero delle Fontanelle ed ascoltare tutte le storie di questo luogo unico e particolare. Domenica da non perdere la vista al Rione Terra di Pozzuoli che analizzerà sia la parte dell’età romana, con gli Scavi, e sia quella dell’età moderna fino a quella contemporanea, entrando nel Duomo-Tempio di Pozzuoli. Originale anche la passeggiata per le tredici scese di S.Antonio a Posillipo e l’altra nel Centro Antico con simulazione narrata di una tipica giornata in compagnia di un abitante di Neapolis

Sono riprese fino a marzo  le visite gratuite nel weekend, ma su prenotazione,per i sotterranei del Rione Terra di Pozzuoli e che ci sono altri appuntamenti di cui vi abbiamo già parlato come la simpatica visita guidata nel Museo del Sottosuolo di Napoli con la guida de “’O Munaciello” o alla Sanità, all’ampio e ben conservato tratto dell’Acquedotto Augusteocostruito nel 10 dC o dei nuovi walking Tour, visite guidate alla ricerca dell’eccellenza artigianale napoletana. Questo weekend anche un particolare giro nella splendida Reggia di Portici a cura dei Musei dell’Università Federico II.

Chiedete sempre informazioni e prenotate ai numeri di telefono indicati delle associazioni per avere maggiori dettagli su quanto da loro proposto. Buon fine settimana a tutti.

Sabato 23 gennaio – La Meravigliosa storia del Museo del Tessile a Napoli

museo tessile napoli

Contributo 10 euro. Con Assodipendenti. Alla scoperta della “meravigliosa” storia del Museo del tessile e dell’abbigliamento “Elena Aldobrandini”  ospitato nel complesso monumentale seicentesco che comprende la Chiesa di Santa Maria delle Grazie, sede della Fondazione Mondragone, ente impegnato nella promozione delle attività riguardanti il mondo della moda. Il Museo è celebre per le collezioni di tessuti ricamati risalenti ai secoli XVII e XVIII, espressione dell’antica tradizione che l’artigianato meridionale vanta nell’arte della seta, introdotta a Napoli intorno all’anno Mille. Tra gli oggetti esposti, quali paramenti sacri, portiere da finestre ricamate, merletti, pizzi, elementi di biancheria, emergono i pregiati tessuti della collezione Passerini, gli abiti delle donazioni Del Balzo e Pignatelli, le collezioni di abiti dei maestri Fausto Sarli e Livio De Simone. Gli abiti in esposizione esprimono, nella cura dei dettagli e nella raffinatezza dell’esecuzione, il livello raggiunto dalla sartorialità napoletana tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento. Fanno da sfondo alle collezioni gli arredi sacri dell’annessa Chiesa di S.Maria delle Grazie e alcuni dipinti dei maestri napoletani del ‘600.

Appuntamento: 0re 10,00 piazzetta Mondragone n.18. 0re 10.20– inizio visita guidata. Quota associativa comprensiva di biglietto d’ingresso al Museo + visita guidata  : euro 10  Prenotazione Obbligatoria. Assodipendenti  081.6140920 dopo le 17,30 – 3386702541

Sabato 23 gennaio – Tra storia, leggende e racconti, il Cimitero delle Fontanelle

cimitero delle fontanelle napoli

Contributo 5 euro. Con Oltre i Resti. Un affascinate viaggio alla scoperta dell’antico ossario sito nel cuore del Rione Sanità, nella zona scelta per la necropoli pagana e più tardi per i cimiteri cristiani. Il sito si fa risalire al XVI secolo quando la città fu flagellata da rivolte popolari, carestie, terremoti e cinque eruzioni del Vesuvio e fu proprio qui che vennero raccolti i cadaveri delle vittime che non potevano permettersi degna sepoltura; Il cimitero rimase poi abbandonato fino al 1872, quando il parroco della chiesa di Materdei, con l’aiuto di popolane, mise in ordine le ossa nello stato in cui ancora oggi si vedono e tutte anonime, ad eccezione di due scheletri: quello di Filippo Carafa Conte di Maddaloni e di Donna Margherita Petrucci; entrambi riposano in bare protetti da vetri.

Appuntamento: alle 10,00 e alle 12 all’ingresso del cimitero a Via Fontanelle, 80. La visita dura due ore. contributo 5 euro ,gratis per i bambini al di sotto dei 6 anni. Prenotazione obbligatoria Oltre i resti 349 13 86 203

Domenica 24 gennaio – Scavi Archeologici e Duomo di Rione Terra

rione terra pozzuoli

Contributo  9 euro. Con Megaride.  Un «incontro culturale» da non perdere alla scoperta del Rione Terra di Pozzuoli. La visita sarà una vera e propria occasione per vivere tutta quella che è la storia del luogo perché analizzerà sia la parte dell’età romana, con gli Scavi, e sia quella dell’età moderna fino a quella contemporanea, entrando nel Duomo-Tempio di Pozzuoli e calpestando quei luoghi, testimonianze di vita autentica. Saranno raccontate quelle che erano le usanze, gli usi, i costumi e le tradizioni che hanno scandito il tempo di generazioni e generazioni di persone. Tempo che si è fermato il 2 marzo 1970 quando, a seguito del bradisismo, c’è stata l’evacuazione. Il percorso partirà da quello che possiamo definire il cuore di Pozzuoli, la darsena, per arrivare al duomo-tempio di Pozzuoli e vivere, in tal modo, un viaggio artistico e antropologico in cui antico e moderno si uniscono in un solo linguaggio, a testimonianza dell’enorme ricchezza culturale esistente da millenni.

Appuntamento: ore 8.45 presso Bar “Il Grottino”, Rampe Raffaello Causa Inizio attività culturale: ore 9.00. Costo: € 9 : (comprensivo di visita guidata, servizio auricolari, donazione Duomo di Pozzuoli)  Costo soci: € 7: Prenotazione obbligatoria MEGARIDE 3481149647– 08119465025

Domenica 24 gennaio – Le tredici scese: quattro passi per le Rampe di Sant’Antonio

13 discese di sant'antonio

Contributo 5 euro. Con SciòNapoli. Un particolare itinerario dedicato alle Rampe di Sant’Antonio a Posillipo: le tredici scese! Un’occasione per scoprire uno dei bellissimi spaccati della città di Napoli. Si partirà dal celebre piazzale, location privilegiata per le foto degli sposi napoletani e si percorrendo le rampe in discesa, narrando le storie della zona, ammirando il panorama da cartolina e giocando sugli aneddoti del matrimonio classico del sud Italia!. La passeggiata terminerà con la visita alla chiesa di Santa Maria di Piedigrotta e con la sua ricca e affascinante storia. NB: Gli edifici sacri verranno visitati solo compatibilmente agli orari di celebrazione. Non è garantita la visita interna.

Appuntamento: ore 10.45,  Funicolare di Mergellina – Fermata Sant’Antonio (si prega di arrivare con 10 minuti di anticipo) Durata: un ora e mezza circa (la visita guidata di effettuerà al raggiungimento minimo di 10 persone). Contributo organizzativo € 6,00, quota comprensiva di iscrizione); contributo soci € 5; over 14 (fino a 18 anni), over 65, studenti € 5; under 14 gratuito. Prenotazione obbligatoria: Associazione culturale SciòNapoli 3333370769 – 3487333581 – 3271585555

Domenica 24 gennaio – Un giorno a Neapolis

mura greche piazza bellini

Contributo 6 euro. Con Locus Iste. Una particolare visita guidata nel Centro Antico con simulazione narrata di una tipica giornata in compagnia di un abitante di Neapolis. Un interessante percorso nel cuore del centro storico per rivivere, con la memoria e la narrazione, una tipica giornata nella Neapolis delle origini. Partendo da piazza Bellini, sul luogo delle mura poderose del IV secolo a.C., grazie alla simulazione narrata di un tipico abitante di quei tempi, Dione, percorreremo il decumano centrale di via Tribunali fino a raggiungere piazza San Gaetano. Un occasione per individuare cosa è davvero rimasto di quelle architetture antiche e di quelle pietre di marmo bianco o di tenero calcare. In piazza San Gaetano, ai piedi delle maestose colonne sopravvissute del Tempio dei Dioscuri (attuale basilica di San Paolo Maggiore), i signori ospiti saranno coinvolti in una “piacevole sorpresa” e il percorso terminerà con la discesa lungo via San Gregorio Armeno per ricostruire il culto e le celebrazioni religiose della grande madre Demetra, la dea adorata di Dione. Un culto, forse nascosto in una pietra.

Appuntamento: ore 10,15 Piazza Bellini. Contributo organizzativo: 6 euro. Prenotazione obbligatoria locus iste 3472374210

[ad name=”Napoli-end”]


Trova hotel ed appartamenti per la tua visita a Napoli


Booking.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend