L’antica festa di Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa a Macerata Campania

L’antica-festa-di-Sant’Antuono-le-Battuglie-di-Pastellessa-a-Macerata-Campania1.jpg

A Macerata Campania in provincia di Caserta dall’8 gennaio al 17 gennaio 2016 ritorna l’antica Festa di Sant’Antuono uno tra gli eventi più importanti nel panorama delle feste popolari e religiose della Regione Campania.

L’evento è stato organizzato dall’Associazione Sant’Antuono & le Battuglie di Pastellessa della Parrocchia San Martino Vescovo di Macerata Campania ed è accreditato come NGO presso l’UNESCO. Grande attesa per l’aspetto della tradizione data dai Carri di Sant’Antuono, le Battuglie di Pastellessa, una antica e appassionata competizione tra i vari Carri di Macerata.

Al momento sono una ventina le Battuglie di Pastellessa iscritte alla festa, i tradizionali carri che animeranno il paese a suon di botti, tini e falci e che costituiscono il cuore della manifestazione che porteranno i circa 1000 bottari di Macerata Campania.

Le Battuglie di Pastellessa

Come al solito sono variopinti e caratteristici i vari nomi delle battuglie che parteciperanno quali L’ombra nov’, Suoni antichi, ‘U carr’ ‘e Casavr’, ‘A Cantenella, I wagliun ra vie ‘e for, ‘U carr’ ‘e vasc’ ‘o vasto, ‘A cumpagnia ‘e Sant’Antuono, ‘A gioventù nov’, L’epoca nov’, Cantica popolare, Battuglia libera, I ragazzi del 2000, La compagnia del 2011, La piccola compagnia de “I punto esclamativo”, Cantica popolare caturanese, Gli amici di Sant’Antuono, Pastellesse sound group, ‘E facce nov’, La compagnia de “I punto esclamativo”, ‘A cumpagnia nov’ e gli altri che parteciperanno.

Oltre alle tradizionali sfilate dei carri, le  Battuglie di Pastellessa, ci saranno mostre, seminari, giochi tradizionali e naturalmente tanto buon cibo nostrano come il tipico piatto della past’e’llessa che faranno da cornice ad uno degli eventi più importanti tradizionali e religiosi della Regione Campania.  Il  momento clou della festa sarà la Processione e la Santa Messa dedicata a Sant’Antonio Abate che si svolgerà il 17 gennaio 2016 all’aperto fra i Carri di Sant’Antuono che partecipano alla festa e che saluteranno il Santo a colpi di botti, tini e falci.

L’edizione 2016 è patrocinata dalla Commissione Nazionale Italiana per l’UNESCO, dalla Regione Campania, dalla Provincia di Caserta, dal Comune di Macerata Campania e dal Comitato per la Promozione del Patrimonio immateriale ICHNet.

La past’e’llessa, ovvero la Pasta con le castagne lesse

Nel corso della manifestazione sarà possibile degustare nello stand gastronomico in Piazza San Martino la tipica past’e’llessa, ovvero la Pasta con le castagne lesse, selezionata nel 2011 come uno dei 150 piatti tradizionali che più rappresentano le caratteristiche culturali e storiche dell’Italia. Inoltre verrà indicato un percorso gastronomico, che consentirà ai visitatori di degustare delle specialità locali inerenti la festa di Sant’Antuono direttamente presso la sede dei commercianti aderenti.

La manifestazione si aprirà venerdì 8 gennaio 2016 con la Notte dei Carri che dalle ore 16.00 fino alle ore 23.00, permetterà ai visitatori di assistere presso i vari rioni della città agli ultimi preparativi dei Carri di Sant’Antuono e alla prova generale delle Battuglie di Pastellessa. Il momento più bello della festa sarà la sfilata dei Carri di Sant’Antuono, dove troveranno posto le Battuglie di Pastellessa con i bottari di Macerata Campania, durante la quale ci sarà il rituale delle botti, tini e falci che verranno percosse ritmicamente e armonicamente su carri a forma di barche in onore di Sant’Antonio Abate.

Il Programma completo

Di seguito troverete i giorni della festa con i principali eventi. Se volete conoscere i dettagli sul programma ufficiale troverete tutte le indicazioni per ogni giornata di festa.

  • Venerdì 8 gennaio 2016 – Notte dei carri
  • Sabato 9 gennaio 2016 – Sfilata di apertura
  • Domenica 10 gennaio 2016 – Sfilata sul sagrato della Chiesa Abbaziale San Martino Vescovo
  • Lunedì 11 gennaio 2016 – Rioni in festa (Sfilata Carri tradizionali)
  • Martedì 12 gennaio 2016 – Rioni in festa (Sfilata Carri tradizionali)
  • Mercoledì 13 gennaio 2016 – Consegna premio Historia Loci
  • Giovedì 14 gennaio 2016 – Triduo di Sant’Antonio Abate – Seminario PastellessaLab– Borsa di Studio Racconta Sant’Antonio Abate, istituita dalla parrocchia – Giochi tradizionali
  • Venerdì 15 gennaio 2016 – Triduo di Sant’Antonio Abate – Tradizioni senza barriere – Giochi tradizionali
  • Sabato 16 gennaio 2016 – Triduo di Sant’Antonio Abate – Benedizione del fuoco e degli animali – Giochi tradizionali – Presentazione libro Giochi tradizionali d’Italia. Viaggio nel paese che gioca.
  • Domenica 17 gennaio 2016 – Festa di Sant’Antonio Abate – Riffa – Processione e sfilata
  • Sabato 30 gennaio e Domenica 31 gennaio 2016 la festa si terrà anche nella Parrocchia San Marcello Martire di Caturano a Macerata Campania.

Le visite guidate

Nel corso della festa sarà possibile visitare: la Chiesa Abbaziale di San Martino Vescovo, dove è conservata la Venerata statua di Sant’Antonio Abate; la Mostra “Macerata Campania, città che suona” nella Chiesa Abbaziale di San Martino Vescovo, in cui verranno esposte foto e creazioni artistiche dedicate alla festa; la Villa Comunale e il Palazzo Piccirillo in cui verrà allestita una mostra inerente la coltura della canapa e le tradizioni locali; i Carri di Sant’Antuono parcheggiati in Via Gobetti (primo tratto) e Via Nenni.

Maggiori informazioni e programma di dettaglio

[ad name=”Napoli-end”]

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend