Telegraph: Napoli è un gioiello sottovalutato

napoli-gioiello-sottovaltato.jpg

Fortunatamente gli inglesi ci vogliono bene. In un sondaggio lanciato in rete dal prestigioso e antico quotidiano inglese “The Daily Telegraph”, noto anche come The Telegraph, Napoli è risultata la città italiana più amata dai suoi lettori superando il 50 per cento delle preferenze. E naturalmente il Telegraph ha dedicato a Napoli un bellissimo e lungo articolo dal titolo “Napoli, passione e morte in un gioiello sottovalutato d’Italia“.

Stanley Stewart, il giornalista cha lo ha curato già all’inizio dichiara apertamente di essersi innamorato della città che definisce “Vibrante, caotica e gloriosamente fatiscente, Napoli è un luogo dove la vita, il romanticismo e la morte sono intrecciate con la passione” .

napoli gioiello sottovalutato

Alla fine del lungo articolo chiude addirittura con una frase molto bella:  “It is time for visitors to reclaim it” che tradotta è un vero invito a visitare la nostra città “E ‘tempo per i visitatori di riconquistarla

Ma cosa ha “colpito” tanto il giornalista inglese?  Naturalmente le importanti collezioni d’arte, come quella del Museo Archeologico di Napoli, del Museo Nazionale, del Pio Monte della Misericordia e della Cappella di San Severo dove si rimane estasiati dalla “figura di marmo struggente del Cristo velato”.

Poi c’è un appunto sul fatto che una città così bella e con tante importantissime opera d’arte dovrebbe essere sempre piena di turisti: invece la mancanza di visitatori “è uno dei misteri e delle gioie della città” (gioie intese come poche code nei luoghi d’arte).

E poi piace a Stewart la passione della città che il giornalista vede “ovunque. Nelle scritte sui muri e nelle dichiarazioni d’amore mozzafiato” e di tutto questo Stanley Stewart se ne è innamorato apertamente perché dichiara (come tradotto) “mi sono innamorato di Napoli che, con il suo centro storico, è incredibilmente bella ma è anche cruda, fatiscente, gloriosa, vibrante e sfacciatamente corrotta e corruttrice. Ne amo la teatralità, il caos e l’architettura“.

Il lungo articolo prosegue analizzando le tante bellezze e contradizioni della nostra terra ma conclude con la frase che abbiamo già detto e che è un vero e proprio invito alla sua scoperta: “It is time for visitors to reclaim it” cioè “E ‘tempo per i visitatori di riconquistarla”.

Se volete leggere l’articolo originale su The Telegraph lo trovate qu

Per chi volesse vedere come ci vedono i giornali americani vi riproponiamo un articolo del New York Times di qualche tempo fa. I giornalisti del New York Times amano Napoli: ricordiamo anche un’altro loro articolo sulla Certosa di San Martino definita “un luogo memorabile”. 

[ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend