Un nuovo grande museo a Napoli: le Gallerie di Palazzo Zevallos Stigliano | Scoprire Napoli

palazzo-zevallos.jpg

E’ oramai un grande museo cittadino lo splendido palazzo che espone parte della collezione di Intesa Sanpaolo

 

 

E’ stato completamente riorganizzato e riallestito lo splendido Palazzo Zevallos Stigliano su via Toledo tanto da diventare una grande e importante sede fissa del progetto Gallerie d’Italia di Intesa Sanpaolo.

Un vero e proprio museo con un nuovo allestimento che presenta oltre 120 opere, con tanti capolavori riguardanti la città di Napoli dal Seicento sino ai primi anni del Novecento. Non solo dunque lo splendido Martirio di Sant’Orsola di Caravaggio, anzi l’ultimo Caravaggio ma anche tanti altri capolavori. Il “Martirio” fu l’ultimo dipinto del grande maestro prima di lasciare la città di Napoli nel 1610, a poche settimane dalla sua drammatica morte. Il dipinto fu commissionato dal banchiere genovese Marcantonio Doria, la cui famiglia aveva per protettrice proprio Sant’Orsola, e fu eseguito dal Caravaggio in poco tempo proprio perché era in procinto di fuggire da Napoli.

Di proprietà dei Colonna di Stigliano nei primi anni del 1800 il palazzo fu diviso in varie proprietà e solo nel 1920 fu riunificato a cura della Banca Commerciale Italiana che riuscì a ricomporre l’intera proprietà dopo quasi un secolo, incaricando l’architetto Luigi Platania di adeguare la struttura a sede della Banca. Dal 2007 una nuova ristrutturazione lo ha trasformato in una delle tre gallerie d’arte appartenenti al gruppo bancario Intesa SanPaolo

Oggi Intesa SanPaolo ha completamente rinnovato e riallestito le collezioni esposte in linea di massima su un’area del piano nobile dell’edificio

Le Gallerie di Palazzo Zevallos Stigliano fanno oggi parte di un ambizioso progetto che si chiama Gallerie d’Italia, una rete dei poli museali e culturali della Banca Intesa presenti sul territorio nazionale cui appartengono, oltre il museo napoletano, anche le Gallerie di Palazzo Leone Montanari a Vicenza (aperte dal 1999 e rinnovate nel 2014) e le Gallerie di Piazza Scala a Milano (inaugurate nel 2011).

Oggi nella galleria napoletana si possono ammirare tutte le opere, appartenenti al contesto culturale del Sud Italia, provenienti dalle raccolte del Banco di Napoli e della Banca Commerciale Italiana, poi confluiti in Intesa Sanpaolo. La maggior parte delle opere, in vista della loro musealizzazione, è stata anche restaurata.

Gli oltre 120 capolavori esposti

Abbiamo già detto che il nuovo allestimento presenta oltre 120 opere, con tanti capolavori riguardanti la città di Napoli dal Seicento sino ai primi anni del Novecento. Ma quali sono questi capolavori che si possono ammirare nel palazzo?.

Per le opere del 600 oltre al Martirio di Sant’Orsola del Caravaggio a Palazzo Stigliano si possono ammirare anche Giuditta decapita Oloferne, di Louis FinsonSacra Famiglia con San Francesco d’Assisi, di Angelo Caroselli, Sansone e Dalila, di Artemisia Gentileschi. Poi ci sono i quadri di scuola napoletana con tre capolavori di Bernardo Cavallino, il Ratto delle Sabini di Luca Giordano e Agar nel deserto di Francesco Solimena e tanti altri capolavori.

Per il Settecento troviamo opere di Francesco De Mura, Gaspare Traversi, Paolo Porpora, Baldassarre De Caro, Giovan Battista Ruoppolo, Giuseppe Recco e Gaspar van Wittel. Ricco anche il periodo ottocentesco con una prima sezione dedicata alle vedute e alla Scuola di Posillipo, con piccole tele di Anton Smink Pitloo, e poi i dipinti di Giacinto Gigante, Gabriele Smargiassi, Salvatore Fergola, Nicola Palizzi, Domenico Morelli, Federico Rossano, Edoardo Dalbono, Edoardo Franceschini, Gioacchino Toma, Francesco Mancini, Vincenzo Migliaro.

Chiudono le tantissime opere esposte nelle varie sale le opere di Vincenzo Gemito, un insieme di terrecotte, bronzi e disegni che, dagli anni Settanta dell’Ottocento agli anni Venti del secolo successivo, ci presentano la sua straordinaria crescita artistica.

Con queste importanti collezioni Palazzo Zevallos Stigliano recupera anche il suo antico ruolo di custode di importanti collezioni d’arte descritte addirittura nel 1692 da Carlo Celano nel suo famoso testo “Le Notizie del bello dell’antico e del curioso della città di Napoli, date dal canonico Carlo Celano “ con queste testuali parole: “una galleria de’ quadri delle belle che sono in Napoli, e veramente vi si vedeano bellissime dipinture, et in quantità, de’ famosi maestri così antichi come moderni”.

Gallerie d’Italia-Palazzo Zevallos Stigliano”: prezzi, orari e date

  • Quando :martedì-venerdì 10-18, sabato-domenica 10-20, Lunedì chiuso
  • Dove: NAPOLI, Via Toledo, 185
  • Prezzo biglietto: Intero € 5,00-Ridotto € 3,00 (gratuito per i clienti di Intesa SanPaolo)
  • Contatti e informazioni: N. verde 800.454229

Vedi gli altri luoghi splendidi di Napoli con Scoprire Napoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend