Musei statali: grandi novità dal 1 luglio 2014

palazzo-reale-di-napoli-e1403441930408.jpg

Un’importante riforma toccherà i musei statali a partire dal 1 luglio prossimo. Annunciata dal Ministro Franceschini, la riforma cambierà positivamente la fruizione dell’enorme patrimonio culturale statale italiano.

Tra le novità più significative la più interessante è che ogni prima domenica del mese sarà consentitò  l’ingresso gratuito in tutti i musei statali. Il decreto infatti istituisce una giornata al mese di ingresso gratuito e questa coinciderà con la prima del mese. Altra novità è che ci saranno almeno due notti ogni anno in cui i musei dovranno aprire con ingresso a 1 euro. Le aperture notturne, che sono avvenute fino ad oggi a carattere straordinario ed improvviso, hanno raccolto sempre un grande numero di adesioni tra il pubblico. Sapere che ci saranno due aperture notturne annuali ad 1 euro faciliterà senza dubbio l’organizzazione di tantissimi eventi collaterali e riempirà i musei di visitatori. Il provvedimento contiene anche disposizioni per l’apertura di tutti i grandi musei fino alle 22 tutti i venerdì facilitando così l’accesso ai turisti, anche stranieri, che sempre più numerosi affollano le nostre città d’arte e i lori grandi musei.

ingresso gratuito a pompei

Si interverrà anche sulle tariffe favorendo i giovani e gli operatori della cultura: infatti i musei statali saranno del tutto gratuiti per i giovani sotto i 18 anni e per alcune categorie come gli insegnanti di alcune materie mentre saranno previste delle riduzioni per i giovani fino a 25 anni. Non sarà più possibile, invece, usufruire dell’ingresso gratuito per le persone che superano i 65 anni, per cui fino ad oggi era previsto l’esenzione dal biglietto, e che pertanto dovranno acquistare il ticket per accedere alle aree museali.

Tutte queste novità andranno in vigore dal 1 luglio 2014 e, assieme ad altri interventi in programma, contribuiranno alla valorizzazione del vastissimo sistema museale italiano.

La riforma dei musei statali: sintesi

  • Musei gratis ogni prima domenica del mese:  ci sarà la “domenica al museo” con porte aperte gratis per tutti in tutti i musei e i luoghi della cultura statali.
  • Ogni anno 2 notti al museo a 1 euro: diventa permanente “una notte al museo” che era sperimentale e raddoppia con due appuntamenti l’anno al costo di 1 euro.
  • Tutti i venerdì musei aperti fino alle 22: ogni venerdì i grandi musei pubblici italiani, come Colosseo, Scavi di Pompei e Uffizi si potranno visitare fino alle 22.
  • Gratuità sotto i 18 e sconti fino a 25 anni: dal 1 luglio gratis nei musei statali solo giovani fino a 18 anni ed alcune categorie come gli insegnanti. Riduzioni per i ragazzi fino a 25 anni.
  • Cancellata la gratuità per gli over 65: dovranno pagare l’ingresso le persone che superano i 65 anni.

Sul sito del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali è possibile accedere all’elenco di tutti i Musei Statali di Napoli.

Credits: Foto 1 (CC) Dorli Photography Foto 2: (CC) a Isabelle + Stéphane Gallay

[ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend