In mostra a Castel dell’Ovo il primo lido di Napoli

cartoline-dal-bagno-elena.jpg

Il Bagno Elena di via Posillipo è un lido storico di Napoli. Fu il primo lido sulle assi, le mitiche “palafitte”, che aprì a Napoli nel 1840 per i bagni elioterapici, cioè per respirare l’aria salubre del mare.

Da venerdì 6 giugno fino al 13 giugno 2014, a Castel dell’Ovo, nella sala delle terrazze, si potrà ammirare una interessante mostra in cui saranno esposte le tante cartoline ed immagini d’epoca che hanno immortalato questo splendido posto di Napoli.

Il materiale della mostra è stato messo a disposizione dalla Famiglia Morra, che dagli anni Cinquanta gestisce lo stabilimento balneare, l’esposizione “Cartoline dal Bagno Elena”, mostra immagini e fotografie che vanno da metà Ottocento agli anni Settanta del Novecento dell’ormai storico lido. Le immagini ci consentono di vedere una Posillipo dei tempi passati, senza auto tra palazzine liberty e posti di una bellezza rara con tanti napoletani di tanti anni fa e le prime donne che, vestite,  facevano il bagno.  Per gli appassionati le Poste Italiane saranno presenti all’inaugurazione del 6 giugno e alle  11:00 si potrà ottenere uno annullo filatelico speciale e una cartolina rappresentativa dell’esposizione.

I Bagni Marini: breve storia

bagno elena in mostra a castel dell'ovo

Nel 1840, alla sua apertura, il bagno Elena venne chiamato “Bagni marini” e divenne subito un luogo molto particolare e ben frequentato. Infatti, attorno al 1820 era partita la realizzazione, lungo la collina di Posillipo, della strada che permetteva di collegare Mergellina a Bagnoli e che consentiva di percorrere agevolmente anche in carrozza tutta la zona di Posillipo, fino allora impervia e raggiungibile soprattutto via mare. La strada di Posillipo doveva essere un incanto e salendo da Mergellina dopo un po’, in una zona abbastanza vicina la mare, vennero aperti nel 1840 i Bagni Marini. Si dice che sulle sedie poggiate sulla spiaggia o sulle prime palafitte sul mare si potevano incontrare Richard Wagner o Oscar Wilde, assidui frequentatori della allora ricca ed importante capitale borbonica del Regno delle due Sicilie.

bagno elena napoli

Poi, nel 1899, in pieno Regno d’Italia quella spiaggia diventò il lido “Elena”, in onore della principessa del Montenegro, spesso ospite della struttura, e giovane sposa di Vittorio Emanuele III. Oggi il Lido Elena è sempre li sulla spiaggia che è una tra le più suggestive di Napoli, su via Posillipo vicino allo splendido Palazzo Donn’Anna.

Per chi volesse approfondire la storia e le “immagini” del Bagno Elena segnaliamo anche un libro curato da Bruno Aletta e Aldo De Francesco dal titolo Bagno Elena in Posillipo del 1840. Due secoli di estate napoletane edito da Rogiosi che ci presenta 156 pagine piene di fotografie e storie sconosciute.

[ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend