MAMT: apre a Napoli il Museo Mediterraneo

museo-mediterraneo-napoli.jpg

È stato aperto pochi giorni fa a Napoli il Museo Mediterraneo dell’Arte, della Musica e delle Tradizioni: il MAMT. Il nuovo Museo è sito in via Depretis 130 e sarà un nuovo spazio per l’arte in una zona molto centrale di Napoli tra piazza Municipio (con la nuova grandiosa stazione della Metro progettata dall’architetto portoghese Alzaro Siza) ed il Porto.

Il MAMT, voluto dalla Fondazione Mediterraneo si occuperà di arte, musica e tradizioni di oltre 40 Paesi e già inizia a mostrare i suoi pezzi pregiati: in esposizione al momento molti oggetti tra cui i bozzetti dell’architetto Siza della nuova stazione metro e i doni offerti dai Capi di Stato e di Governo che hanno visitato la sede della Fondazione Mediterraneo.

Il museo, che è stato creato dalla collaborazione di esponenti della cultura e dell’arte di vari Paesi, ospiterà anche uno spazio dedicato alle tre fedi monoteistiche, una biblioteca, un’emeroteca, una music-hall ed il “Mip”, Museo Internazionale del Pane e della Pizza.

Tra i pezzi  esposti, offerti da vari stati, ci sono  molte testimonianze di civiltà e migrazioni da oltre 40 paesi ed anche una possibilità molto particolare: si potrà dormire una notte nel museo nella stanza che ospitò il primo ministro inglese Churchill, che quando venne a Napoli, alloggiò nell’antico hotel de Londres che oggi ospita la Fondazione Mediterraneo.

Nel nuovo museo ben cinque piani di esposizioni di pezzi legati alla cultura tutti i paesi del Mar mediterraneo dal Maghreb alla Spagna, passando per la Grecia ed il Portogallo ed anche una sala preghiere comune per tutte le religioni del Mediterraneo: al piano terra, invece, spazio alla tradizione napoletana con il Museo della Pizza e del Pane e delle altre bontà locali.

[ad name=”Napoli-end”]

0 Replies to “MAMT: apre a Napoli il Museo Mediterraneo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend