La Farmacia degli Incurabili riapre al pubblico

La storica farmacia del 1700 riapre al pubblico.In origine l’ospedale degli Incurabili si chiamava Santa Casa degli Incurabili e fu fondato tra il 1520 e il 1522 per volontà della nobildonna catalana Maria Longo, con tanto di chiesa annessa, a seguito di epidemie di peste che avevano colpito la città . Da subito punto di riferimento in tutto il Regno vi fu ospitato anche san Gaetano Thiene.

Nel Seicento in complesso fu ampliato grazie a numerose donazioni e nel Settecento ad opera di Domenico Antonio Vaccaro fu anche creata la farmacia così come la si può di nuovo ammirare da poco tempo. La farmacia si compone di due ambienti, il laboratorio e la sala di rappresentanza ed è splendidamente arredata con radica di noce e armadietti a sei piani con capitelli scolpiti opera dell’ebanista Agostino Fucito. Nelle vetrine ci sono mensole porta boccette mentre spiccano i vasi policromi che raffigurano scene bibliche che in origine erano ben 480. Annessa c’è la Quadreria dell’ospedale, da poco rinnovata e il Museo delle Arti Sanitarie, che ripercorre la storia della medicina a Napoli dal 1600 fino a San Giuseppe Moscati che lavorò in ospedale.

Da poco riaperta dopo il rovinoso terremoto del 1980 è stato anche riposizionato sul soffitto il grande quadro di Pietro Bardellino, “Macaone che cura un guerriero ferito”. La Farmacia degli Incurabili era un centro di eccellenza famosa sia per la ricerca che per la produzione di erbe medicinali e la sua riapertura si deve anche alla volontà del chirurgo Luigi Rispoli che cura con passione il museo dell’ospedale. Sono ancora da recuperare per bene la chiesa di Santa Maria del Popolo e la sala del Governatore bellissima sala affrescata ancora nel degrado.

  • Indirizzo: via Maria Longo n°50 – Ospedale di Santa Maria del Popolo degli Incurabili
  • Telefono: 081/440647
  • e-mailinfo@ilfarodippocrate.it

[ad#Napoli-end]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend