La statua di Dante ritorna ripulita al centro della piazza

Nella splendida piazza omonima, inizio della ZTL voluta da De Magistris, è finalmente tornata la statua di Dante. Tutta bianca e fresca di restauro la storica statua è tornata di nuovo al suo posto ma, stavolta, circondata da un grande recinto anti-vandali che speriamo la preservi dai soliti idioti che si divertono ad imbrattarla così come successo dopo la pulizia del 2003. Solo l’anno prima, nel 2002, era stata aperta la stazione Dante della linea 1 della metropolitana e la piazza aveva cambiato completamente aspetto divenendo una bella e grande area pedonale.

Piazza Dante, che era in origine il Largo Mercatello dove anticamente si svolgevano mercati e fiere all’aperto, assunse l’attuale aspetto nella metà del ‘700 per mano dell’architetto Luigi Vanvitelli. Dopo i lavori il grande emiciclo, che segue le mura aragonesi, inglobò Port’Alba, e vennero collocate nelle ali ricurve ventisei statue che dovevano rappresentare le virtù del re Carlo di Borbone che ne ordinò il restauro. Poi dopo l’unità d’Italia il palazzo ospitò il convitto nazionale Vittorio Emanuele e al centro della piazza fu messa la grande statua bianca di Dante Alighieri nel 1871 realizzata da Tito Angelini. Ora speriamo che la statua del “sommo poeta” rimanga, grazie alla cancellata, sempre bella e bianca.

Foto: Repubblica.it e Corriere.it

[ad#Napoli-end]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend