Il Napoli vince ancora: Lavezzi affonda l’Inter

Continua a brillare la stella del Napoli, che pare essersi decisamente riscattato dal periodo opaco attraversato a gennaio, centrando la terza vittoria consecutiva in campionato. Il risultato di stasera ha premiato una squadra organizzata e compatta, che ha dominato sugli avversari per 80 minuti (fino a che non è andata in inferiorità numerica) e confermato il suo periodo di forma.

Il predominio tattico degli azzurri è ben visibile già nel primo tempo, dove gli uomini di Mazzarri fanno la partita sfruttando, come sono ormai abituati a fare, le fasce con Zuniga e, soprattutto, Maggio. Due le occasioni nette nella prima frazione: al 24° Zuniga serve Dzemaili che dai 25 metri lascia partire un bolide deviato in corner da Julio Cesar; e al 29° Cavani, su calcio d’angolo battuto da Lavezzi, svetta e colpisce di testa mandando di poco alto sopra l’incrocio dei pali. L’Inter? Non pervenuta. Solo una punizione di Sneijder a 2’ dall’intervallo impensierisce (e non poco) De Sanctis.

La ripresa vede un copione più o meno analogo, con il Napoli più grintoso e determinato e l’Inter più attendista. I nerazzurri si affidano alle chiusure di Lucio e Samuel per arginare gli attacchi dei partenopei, e cercano di ripartire in contropiede. Ma al 15° del secondo tempo Dzemaili si inventa l’azione che cambia la partita: lo svizzero, schierato in sostituzione dello squalificato Hamsik, riceve da Cavani, supera Lucio, resiste a Stankovic e serve Lavezzi cui non resta che calciare di prima con un destro precisissimo. Il pallone s’insacca in rete alla sinistra di Julio Cesar e il San Paolo esplode di gioia. E’ 1 a 0.

Il Napoli difende il risultato ma non rinuncia ad attaccare, fino a quando al 35° si ritrova in 10 per l’espulsione di Aronica che stende Poli – lanciato da solo verso De Sanctis – dopo aver controllato male il pallone. Bergonzi non ha dubbi ed estrae il rosso. Da quel momento l’Inter attacca con maggior convinzione ma non riesce a trovare il pareggio, sciupando con Pazzini al 90° la più ghiotta delle occasioni.

Col risultato di stasera, la squadra di Mazzarri si rilancia per la rincorsa del terzo posto, che appare ora meno impossibile. Lazio e Udinese, entrambe vittoriose negli altri due posticipi, continuano a presidiarlo con 5 punti in più, ma il campionato è ancora lungo e il Napoli visto nelle ultime quattro gare è capace di tutto.

[ad#Napoli-end]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend