Il Bologna frena il Napoli. Non c’è più tempo per sbagliare

Occasione sciupata per il Napoli, dopo il pari di stasera al San Paolo contro il Bologna di Pioli. Gli azzurri non vanno oltre il pari, con fatica, e non approfittano delle battute d’arresto subite da Juve e Milan in vetta alla classifica.

La squadra di Mazzarri soffre soprattutto nel primo tempo, durante il quale cerca di fare la partita ma non riesce a imporre il proprio gioco e sbatte costantemente contro il muro del Bologna. Muro che non sarebbe nemmeno tanto impenetrabile, come appare al decimo minuto, quando Hamsik si trova davanti alla porta in posizione più che favorevole ma calcia addosso a Gillet. E quasi a punire questo errore del Napoli, quattro minuti più tardi, Acquafresca si ritrova a tu per tu con De Sanctis – a causa di una copertura poco efficace della difesa partenopea – e non sbaglia. È 1 a 0 per gli ospiti, che difendono il risultato fino all’intervallo.

Nella ripresa i padroni di casa sembrano più aggressivi e dopo 10’ Pandev, apparso comunque in ottima forma, non riesce a girare in porta da due passi un pallone piu’ che invitante. Al venticinquesimo l’episodio che cambia il risultato: il tiro di Inler è rimpallato da Perez ma il giocatore rossoblu tocca con un braccio. L’arbitro Brighi prima assegna punizione dal limite, poi si consulta con il guardalinee e muta la decisione, correttamente, in un calcio di rigore. Cavani, per il resto apparso decisamente spento, trasforma riportando il risultato in parità.

Nel finale gli azzurri cercano la vittoria e Mazzarri inserisce Vargas e Lucarelli. Ma l’esito della partita non cambia, e anzi negli ultimissimi minuti è il Bologna a rendersi pericoloso in contropiede con Zuniga costretto a un intervento provvidenziale in area su Di Vaio. Dopo 3’ di recupero, il direttore di gara decreta la fine: è 1 a 1.

Il Napoli non può dirsi ancora fuori dai giochi ma ha certamente sprecato un’opportunità di avvicinarsi ai piani alti della classifica. La prossima gara di campionato vedrà gli azzurri impegnati col Siena dell’ex Calaiò. Non c’è più tempo per sbagliare.

[ad#Napoli-end]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend