Napoli incredibile, Genoa annichilito. Gli azzurri passeggiano 6 a 1 al San Paolo

Non capita tutti i giorni di assistere a una partita del genere. Lo spettacolo che si è presentato stasera agli occhi dei tifosi riuniti al San Paolo ha davvero del sensazionale, soprattutto in un campionato come quello italiano dove le goleade non sono frequentissime (raramente si superano i 4 gol, almeno rispetto alle “serie A” straniere). E invece il Napoli di Walter Mazzarri ne ha rifilati addirittura 6 ad un Genoa a tratti ectoplasmatico. Il gemellaggio non ha impedito (giustamente) alla compagine partenopea di infierire sugli avversari liguri.

La girandola di reti comincia già al 12° del primo tempo, con il solito, immenso Matador Cavani. L’uruguaiano raccoglie un lancio di Maggio, è tenuto in gioco dalla difesa stasera inguardabile dei rossoblu, e non fallisce davanti a Frey. Passano solo cinque minuti e arriva il raddoppio, siglato da Marek Hamsik che viene imbeccato da un Pandev in ottima forma.

Al 24° è di nuovo il macedone a servire una palla invitante a Cavani che elude il fuorigioco e beffa Frey con un tocco sotto davvero mirabile. E’ 3 a 0 ad appena metà del primo tempo.

Il Genoa cerca una reazione, e riesce a trovarla tre minuti dopo con Jorquera, che accorcia le distanze con un bel sinistro da fuori area. Ma gli azzurri ci mettono poco a impadronirsi nuovamente delle redini del gioco: dopo un episodio dubbio che vede Pandev protagonista di un calcio di rigore non concesso da Valeri, è proprio il macedone a chiudere la prima frazione sul 4 a 1, percorrendo metà campo palla al piede e insaccando poi alla sinistra dello sventurato Frey.

La ripresa si gioca a ritmi sensibilmente più bassi, con il Napoli che gestisce in piena tranquillità e il Genoa ormai rassegnato. C’è spazio però per altre due reti, due capolavori balistici realizzati in maniera quasi uguale da Gargano e Zuniga, che calciano benissimo dal margine sinistro dell’area di rigore avversaria.

Il risultato finale è tennistico: 6 a 1. Per il Genoa, una serata da dimenticare, per gli azzurri l’opportunità di scacciare al più presto i fantasmi di domenica scorsa e di godersi meritatamente e serenamente le vacanze di Natale in attesa degli impegni di gennaio.

[ad#Napoli-end]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

scroll to top

Send this to a friend