Scoperto un Antico Porto Greco a Castel dell’Ovo a Napoli

halloween-2016-a-napoli-castel-dellovo.jpg

 

Recenti indagini svolte a Napoli nei fondali vicino Castel dell’Ovo sembrerebbero mostrare il ritrovamento del primo porto dell’antica Palepolis e dei primi insediamenti greci vicino l’odierno castello sull’isolotto di Megaride. Le indagini sono frutto di un progetto di ricerca coordinato dall’Università Iulm di Milano insieme ad alcuni archeologi subacquei napoletani e sono riportate in un interessante articolo sul quotidiano “Il Mattino”. Nelle immersioni sono state trovate e fotografate alcune gallerie in tufo che si trovano quasi a cinque metri di profondità che potrebbero essere postazioni militari per controllare quel tratto di mare.

Tali gallerie sono simili, nelle dimensioni e nel taglio del tufo, all’Antro della Sibilla di Cuma che risale al IV secolo a.C.. Sembra anche che queste gallerie potrebbero collegarsi al primo insediamento cumano di Pizzofalcone. Questi ritrovamenti avallano i racconti di vecchi pescatori esperti della zona che avevano sempre parlato dell’esistenza di strutture sommerse. Una scoperta interessantissima che avvalorerebbe l’ipotesi di un antico approdo anche a ponente oltre a quello romano di levante, ritrovato a piazza Municipio durante il profondo scavo per la metropolitana, e che ci ha già restituito dei resti di alcune navi romane.

Maggiori informazioni

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top