L’Uomo che Misura le Nuvole sui Tetti al Museo Madre di Napoli

L’Uomo-che-Misura-le-Nuvole-sui-Tetti-al-Museo-Madre-di-Napoli.jpg

Vi abbiamo già parlato degli ingressi gratuiti, per il quinto anno consecutivo, dal 1 al 31 agosto 2017 al Madre di Napoli il Museo di Arte Contemporanea Donnaregina. Una bella occasione per scoprire, nelle visite guidate gratuite con gli operatori del Madre, anche una delle ultime opere esposte al Museo.  Sul terrazzo del palazzo Donnaregina c’è infatti da poco esposta l’opera iconica dell’artista belga Jan FabreL’uomo che misura le nuvole (versione americana, 18 anni in più).

Risultati immagini per "L'uomo che misura le nuvole" madre napoli

“L’uomo che misura le nuvole” sui tetti di Napoli è una scultura che sarà visibile fino al 19 dicembre 2017, un inno alla capacità di continuare a sognare e si ispira all’affermazione che l’ornitologo Robert Stroud pronunciò quando fu liberato dalla prigione di Alcatraz: “D’ora in poi misurerò le nuvole”. L’uomo che misura le nuvole in cima a una scala è anche un omaggio al fratello minore di Fabre, sognatore deceduto prematuramente. La scultura si chiama in questo modo “L’uomo che misura le nuvole (versione americana, 18 anni in più) 1998 – 2016″,  perché è tornata a Napoli, in questa  versione, dopo l’esposizione del 2008 in Piazza del Plebiscito nell’ambito del progetto “Il ragazzo con la luna e le stelle sulla testa” a cura di Eduardo Cicelyn e Mario Codognato.

 Risultati immagini per uomo che misura le nuvole

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top