Sezione di Arte Contemporanea riapre al Museo di Capodimonte

Sezione-di-Arte-Contemporanea-riapre-al-Museo-di-Capodimonte.jpg

Dal 14 luglio 2016 ha riaperto, completamente restaurata, la sezione “contemporanea” del Museo di Capodimonte, una collezione unica e particolare che vanta opere di Andy Warhol, Pistoletto, Kounellis, Alberto Burri, Daniel Buren, Sol LeWitt, Mario Merz, Joseph Kosuth e di tanti altri grandi autori contemporanei.

L’importante collezione fu formata nel tempo grazie all’interessamento ed al coinvolgimento di galleristi, collezionisti e amanti dell’arte tra cui Lucio Amelio e Graziella Lonardi Buontempo.

Ed oggi il Museo di Capodimonte, che è uno tra i più importanti musei italiani nonché la seconda pinacoteca d’Italia, riapre al pubblico la sua importante collezione del contemporaneo dalle 8.30 alle 19.30.

Da tener anche presente che Capodimonte è l’unico museo di arte antica in Italia che possiede un’importante una sezione di contemporaneo. Una collezione nata con opere di artisti di fama internazionale che molte volte si sono ispirati e confrontati con le opere di Capodimonte ed hanno, a volte, realizzato opere concettualmente legate al sito in cui erano esposte.

Per l’inaugurazione ci sarà in prestito temporaneo dalla Galerie Karsten Greve Ag l’opera, Io e Zeus (1963) di Cy Twombly che si unirà alle tante opere del museo di Capodimonte. La riapertura della sezione è avvenuta a seguito di un restyling di tutti gli ambienti e con interventi di “restauro” manutentivo, dei restauratoti del museo, su alcune opere tra cui l’enorme “il Grande Cretto Nero di Alberto Burri, 1978” , su ”Indizi-opera in situ, di Daniele Buren 1987-1997” e su altre opere. Da non perdere

Visite tematiche gratuite 

In occasione della riapertura CoopCulture organizza un weekend di visite tematiche gratuite alla sezione di contemporaneo del Museo di Capodimonte. Un percorso alla scoperta della genesi della sezione contemporanea del Museo di Capodimonte, uno dei primi musei di arte antica a dedicare parte dei suoi spazi ai linguaggi della contemporaneità.

Le visite si svolgeranno Sabato 16 luglio ore 17.00 e Domenica 17 luglio ore 11.00 e ore 17.00. Appuntamento presso il punto accoglienza del Museo. Partecipazione gratuita alla visita fino ad esaurimento posti (25 pax). Il Biglietto d’ingresso al museo è a pagamento. La prenotazione è consigliata al n. 848 800 288 perchè sono solo 25 posti disponibili.

[ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top