Incontri gratuiti di Musica e Letteratura da Forcella alle Fontanelle

Incontri-gratuiti-di-Musica-e-Letteratura-da-Forcella-alle-Fontanelle.jpg

Quattro appuntamenti gratuiti con personaggi famosi della musica e della letteratura quali Michele Campanella e Maurizio De Giovanni si terranno a Napoli nei giorni 10-17-24 aprile e 5 giugno 2016 alle ore 11.00

La rassegna è stata organizzata dal Comune di Napoli e si chiama “Restituzioni. RUBRICA NAPOLETANA. Musica e letteratura fanno amicizia”. Prevede la partecipazione agli incontri di un grande musicista quale è il Maestro Michele Campanella, pianista di fama internazionale e un di protagonista della nostra scena letteraria, lo scrittore napoletano Maurizio De Giovanni.

Gli incontri si terranno in luoghi particolari della città, da Forcella al Mercato, dall’Annunziata alle Fontanelle e prevedono momenti di letteratura e concerti a ingresso gratuito in luoghi simbolici e prestigiosi della città, nelle domeniche di primavera e fino all’estate e sono a cura dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo.

Il primo appuntamento della rassegna si terrà domenica 10 aprile 2016 nello Spazio Comunale Piazza Forcella ore 11.00 in Via Vicaria Vecchia 23.

Restituzioni  – Il programma degli incontri

  • 10 aprile Piazza Forcella ore 11.00
  • 17 aprile Chiesa di San Giovanni a Mare ore 11.00
  • 24 aprile Cimitero delle Fontanelle ore 11.00
  • 5 giugno Complesso dell’Annunziata- Sala delle Colonne ore 11.00

La presentazione dell’evento di Michele Campanella

“Spesso  letteratura e musica percorrono strade diverse, senza incontrarsi.  L’amicizia tra uno scrittore e un musicista può creare l’occasione di dialogo e di inusuale colloquio con il pubblico. Con questa calorosa intenzione Maurizio De Giovanni e Michele Campanella aprono una Rubrica Napoletana in luoghi esemplari della città raccontando letteratura napoletana e musica; la quale partendo dal nome di Domenico Scarlatti spazierà tra i grandi compositori europei.”

La presentazione dell’evento di Maurizio De Giovanni

“Tocchi e cenni di identità culturale. Un piccolo viaggio attraverso il passato fatto di note e parole per unire i napoletani a Napoli e per capire chi siamo, ma anche chi possiamo essere.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top