Cose da fare sempre Gratis a Napoli

Cose-da-fare-sempre-Gratis-a-Napoli.jpg

Napoli è una città ricca di luoghi e monumenti bellissimi e molti di questi si possono visitare gratis. Sono luoghi dove si è fatta la storia di questa grande capitale del Mezzogiorno come il bellissimo Castel dell’Ovo, dove, nel IX secolo a.C., dei coloni greci fondarono il primo insediamento di Partenope, o come il Duomo di Napoli dove si conservano le reliquie di San Gennaro o come il particolarissimo Cimitero delle Fontanelle uno dei luoghi più affascinanti e misteriosi di Napoli. Di seguito troverete tanti luoghi bellissimi della città da scoprire gratuitamente.

Monumenti principali

Castel dell’ovo       castel dell'ovo Cose da fare sempre Gratis a Napoli

E’ il simbolo della città. Si trova sull’isoletta di Megaride dove sbarcarono i Cumani,di origine greca, a metà VII secolo a.C. per poi fondare sul Monte Echia il primo nucleo di Partenope. In epoca romana verso il I sec. A.C. sull’isolotto e sul Monte Echia, fu costruita la famosa villa di Lucio Licinio Lucullo. Poi nel V secolo vi si insediarono i monaci cenobiti con dei ma solo con Roberto d’Angiò, Castel dell’Ovo divenne un vero e proprio castello. Oggi sono visibili la Torre Maestra, le celle dei monaci, il refettorio dei cenobiti, la torre Normanna e i ruderi della chiesa del Salvatore. Dalle terrazze e dagli spalti del Castello si gode una vista incantevole del golfo e un panorama unico della città vista dal mare.

  • Orari e periodi:  nel periodo estivo: nei giorni feriali dalle ore 9.00 alle ore 19.30 (ultimo accesso ore 18.45) / nei giorni festivi e la domenica dalle ore 9.00  alle ore 14.00 (ultimo accesso ore 13,15); nel periodo invernale: nei giorni feriali dalle ore 9.00 alle ore 18.30 (ultimo accesso ore 17.45) / nei giorni festivi e la domenica dalle ore 9.00  alle ore 14.00 (ultimo accesso ore 13,15)
  • Dove: Via Eldorado, 3, 80132 Napoli
  • Contatti e informazioni081 795 4593

Biblioteca nazionale

Biblioteca Nazionale di Napoli Cose da fare sempre Gratis a Napoli

La Biblioteca Nazionale di Napoli fu fondata alla fine del 1700 quando si collocarono nel Palazzo degli Studi, oggi Museo Archeologico Nazionale, le raccolte librarie conservate nella Reggia di Capodimonte tra cui la famosa libreria farnesiana portata in città da Carlo di Borbone, figlio di Elisabetta Farnese. Nel tempo la biblioteca si arricchì con  fondi provenienti dalla soppressione degli ordini religiosi sia con l’acquisizione di biblioteche di privati, e fu aperta ufficialmente al pubblico il 13 gennaio 1804 dal Re Ferdinando IV. Nel 1910 fu annessa alla Biblioteca l’Officina dei Papiri Ercolanesi istituita da Carlo di Borbone al fine di custodire e svolgere i papiri provenienti dagli scavi di Ercolano del 1752-1754.Nel 1922 grazie all’interessamento di Benedetto Croce, fu il trasferita a Palazzo Reale in piazza del Plebiscito e furono annesse altre importanti biblioteche cittadine. Negli ultimi anni si è arricchita di pregevoli collezioni private.

  • Orari e periodi: Dal lunedì al Venerdì: dalle 8:30 alle 13.30 e dalle 16:30 alle 19:00; Sabato dalle 8:30 alle 13:30.
  • Dove: Piazza del Plebiscito, 1, 80132 Napoli
  • Contatti e informazioni: 0817819111

Tomba di Virgilio

tomba di virgilio napoli Cose da fare sempre Gratis a Napoli

La Tomba di Virgilio si trova in un piccolo parco alle spalle della chiesa di Santa Maria di Piedigrotta, nei pressi della stazione ferroviaria di Mergellina. Nel sito anche l’ingresso dal lato di Napoli dell’antica ‘‘Crypta Neapolitana’‘ (o Grotta di Posillipo), una galleria lunga ca. 700 mt. scavata nel tufo in epoca romana per facilitare i collegamenti tra Napoli e i Campi Flegrei.Nel parco anche la tomba di Giacomo Leopardi, i cui resti furono trasferiti nel 1939.

  • Orari e periodi: Tutti i giorni dalle 9:00 fino ad 1 ora prima del tramonto. Giorni di chiusura: 1 gennaio, Pasquetta, 1 maggio, 19 settembre e 25 dicembre.
  • Dove:  Salita della Grotta, 80122 Napoli
  • Contatti e informazioni: Sito Web

Osservatorio Astronomico

osservatorio astronomico di capodimonte a napoli

L’osservatorio si trova sulla collina di Capodimonte in posizione panoramicissima. La sua costruzione ebbe iniziò nel 1812 grazie a Gioacchino Murat e terminò nel 1819 al ritorno di Ferdinando I. Fu il primo edificio costruito con funzione di osservatorio astronomico. Il palazzo storico, detto della Specola, ha un suo fascino particolare: da uno scalone monumentale si arriva ad un’ampia terrazza su cui c’è la facciata principale. All’interno dell’osservatorio è ospitato il Museo degli strumenti antichi che espone circa cento oggetti e, unico nel Mezzogiorno, conserva la strumentazione astronomica utilizzata nell’Ottocento e rari pezzi del 500 provenienti dalla collezione Farnese.

Cimitero delle Fontanelle

cimitero delle fontanelle napoli

Il Cimitero delle Fontanelle è uno dei luoghi più affascinanti e misteriosi di Napoli. È scavato nella roccia di tufo della collina di Materdei e vi si accede dalla piccola chiesa di Maria Santissima del Carmine vicino le cave di tufo. L’origine del cimitero delle Fontanelle si fa risalire probabilmente al terribile XVI secolo in cui in città ci furono molte rivolte popolari, carestie, terremoti, eruzioni del Vesuvio e epidemie; al cimitero vi vennero raccolti i cadaveri delle varie vittime di tali avvenimenti. Poi accolse i morti della pestilenza del 1656 e del colera del 1837. Nel 1872 il parroco della chiesa di Materdei, assieme ai parrocchiani riorganizzò le ossa buttate alla rinfusa e le sistemò nello stato attuale.

Chiese

Duomo di Napoli

duomo di napoli

E’ una cattedrale antichissima, di origine paleocristiana, e ingloba come cappelle laterali altri due antichi edifici di culto: la basilica di Santa Restituta e la reale cappella del tesoro di San Gennaro, che conserva le reliquie del santo patrono della città. A Santa Restituta vi è il battistero più antico d’Occidente. La facciata attuale del Duomo risale solo al 1905 e la chiesa conserva il sangue di San Gennaro e il suo preziosissimo tesoro. Il tesoro di San Gennaro si visita a pagamento. Tra poco sarà aperto al pubblico anche la terrazza (a pagamento probabilmente).

  • Orari e periodi: In settimana dalle 8:30 alle 13:30, dalle 14:30 alle 20:00; La domenica dalle 16:30 alle 19:30 (no durante le messe)
  • Dove: Piazzetta Guglia del Duomo, 80138 Napoli
  • Contatti e informazioni: 081449097

Chiesa del Gesù Nuovo

gesù nuovo

E’ una delle più belle chiese monumentali di Napoli e vero capolavoro dell’arte  barocca  costruita su quello che una volta era il Palazzo Sanseverino. E’ anche un edificio che per secoli ha fatto parlare di se per un mistero tutto napoletano svelato solo qualche anno fa.  Il suo magnifico bugnato riportava dei segni, delle scritte sulle bugne sul cui significato per secoli c’è stato un alone di mistero. Chi parlava di occulto, chi di alchimia e chi dei segreti che i maestri pipernai si trasmettevano oralmente. In realtà sono lettere dell’alfabeto aramaico, la lingua parlata da Gesù, che possono essere anche “suonate”  In piazza del Gesù vicino Santa Chiara.

San Domenico Maggiore

Classico Contemporaneo rassegna teatrale a San Domenico Maggiore

In Piazza San Domenico Maggiore costruita dal Re Carlo d’Angiò, dal 1283 al 1324 da architetti francesi a data ai Domenicani. Rispecchia i canoni gotici ma ha la particolarità di essere in senso opposto alla piazza. Nel Seicento fu trasformata in maniera significativa e fu sostituito il pavimento con uno di Domenico Antonio Vaccaro. Con Murat divenne opera pubblica e ne fu danneggiata la biblioteca. Altri danni li ebbe nella II guerra mondiale a seguito di bombardamenti e nel 1953 fu  ricostruito il soffitto a cassettoni, i tetti e alcune cappelle. Custodiva la Flagellazione del Caravaggio ora al museo di Capodimonte (ingresso al convento a pagamento).

Basilica san Francesco di Paola

basilica di san francesco di paola

La Basilica si trova nella famosa Piazza del plebiscito e fu costruita in due volte. Nel “decennio Francese” per volere di Gioacchino Murat  di fronte a Palazzo Reale fu realizzato l’un ampio portico con 38 colonne doriche sullo spazio ricavato dalla demolizione dei conventi di “Largo di Palazzo” dedicati a San Francesco di Paola. Nel 1815, Re Ferdinando I, ritornato al potere fece costruire al centro della piazza una basilica da dedicare a San Francesco da Paola, come ringraziamento per la riconquista del regno e come risarcimento per la distruzione dei conventi.

Basilica di San Lorenzo Maggiore

basilica di san lorenzo maggiore

Si trova in via dei Tribunali ed è del XII secolo, una delle più antiche basiliche di Napoli in puro stile gotico. Fu Carlo I d’Angiò a sovvenzionarne la costruzione e la chiesa assunse uno stile gotico tra il francese e il francescano. L’abside fu realizzato da architetti francesi mentre le navate assunsero uno stile italiano. Nel corso dei secoli la struttura fu modificata anche a causa dei terremoti divenendo addirittura barocca. Ma dal 1882 numerosi restauri hanno riportato la chiesa allo stile originario.

Parchi

Parco di Capodimonte

bosco di capodimonte

Ampio un centinaio di ettari è lo spazio verde più grande a Napoli. Costruito dall’architetto Ferdinando Sanfelice nel 1734, il Parco di Capodimonte era una riserva di caccia di Carlo di Borbone. Si estende su cinque viali principali da cui si diramano tante diramazioni che conducono a varie zone tra cui il Palazzo reale ora Museo di Capodimonte, il Casino dei Principi, Palazzo Palazziotti, le scuderie e la chiesa di San Gennaro. Fu creato nel modo attuale dal botanico Dehnardt nella metà del 1800 che trasformò i giardini secondo uno stile inglese riempiendolo di olmi, querce, tigli, castagni, cipressi, pini.

  • Orari e periodi: Ottobre, febbraio e marzo: dalle 7:45 alle 18:00 / Novembre, dicembre e gennaio: dalle 7:46 alle 17:00 / Aprile, maggio, giugno, luglio, agosto e settembre dalle 7:45 alle 17:00. Chiusura: 25 dicembre, 1 gennaio e pasquetta
  • Dove: Via Miano, 4, Napoli
  • Contatti e informazioni081 741 0080

Floridiana

villa floridiana

La Villa Floridiana con i suoi otto ettari è tra i parchi più belli di Napoli. Sulla collina del Vomero, dalle sue terrazze si gode un incantevole panorama sul golfo. Ristrutturata nel 1819 per la duchessa di Floridia, moglie morganatica di re Ferdinando I di Borbone (cioè che non avrebbe avuto i titoli e privilegi del marito) fu da subito dotata di un enorme parco all’inglese che tuttora occupa una buona parte dell’ex collina “verde “del Vomero. Divisa alla sua morte dagli eredi oggi rimangono due grossi appezzamenti: Villa Lucia, affianco alla funicolare di Chiaia che è privata e la Villa Floridiana, dello Stato, sede del Museo Duca di Martina.

Virgiliano

parco virgiliano

È sulla sommità del Capo Posillipo, sullo sperone di roccia più sporgente, ed è un parco da dove si godono panorami mozzafiato, tutti diversi, a seconda del punto in cui ci si trova. Si vede di tutto a 150 metri sul livello del mare: seguendo la strada di destra all’ingresso si ammirano Nisida, Bagnoli, Capo Miseno, Procida, Ischia, il golfo di Pozzuoli, l’Eremo dei Camaldoli e poi, proseguendo oltre la punta, il golfo di Napoli, il Vesuvio, Sorrento, Capri e la Baia di Trentaremi con i suoi resti archeologici oltre a bellissime e ripide pareti rocciose a strapiombo sul mare.

Senza titolo

Risistemato nel 2002 si estende su circa 92.000 mq ed è pieno di piazzole panoramiche: è stato rinnovato in tutto, dalle pavimentazioni  agli arredi,dall’illuminazione all’anfiteatro fino al campo sportivo che si trova al centro del parco.

  • Orari e periodi: Dal 1° maggio al 20 giugno: dalle ore 07:00 alle ore 24:00 / Dal 21 giugno al 30 settembre dalle ore 07:00 alle ore 01:00 / Dal 1° ottobre al 30 aprile dalle ore 07:00 alle ore 21:00 con sabato e domenica chiusura alle 22:00
  • Dove: Viale Virgilio, 80123 Napoli

Parco del Poggio

parco del poggio napoli

Si trova ai Colli Aminei a ed è un grande parco pubblico, esempio di recupero di un’area di cava, sottratta alla nuova edificazione che ha modificato tra gli anni ’60 e ’70 l’aspetto della zona. Il Parco è molto panoramico e si estende su una superficie di 40.000 mq. Il percorso principale è su un leggero declivio tra laghetti e cascatelle ed è realizzato sul fondo della cava, con punti panoramici sotto i pergolati. E’ costituito sui vari livelli terrazzati coperti di varia vegetazione.  All’ingresso oltre all’area giochi vi è un piccolo giardino botanico ad aiuole concentriche.

  • Orari e periodi: Settembre: dalle 8:00 alle 19:00 / Ottobre: dalle 8:00 alle 18:00 / Da Novembre a Febbraio: dalle 8:00 alle 16:30 / Marzo: dalle 8:00 alle 18:30 / Da Aprile a Giugno dalle 8:00 alle 19:30 / Da Luglio ad Agosto dalle 8:00 alle 20:30
  • Dove: Viale Poggio di Capodimonte, 80131 Napoli
  • Contatti e informazioni: 0817953665

Villa comunale

villa comunale napoli

Si trova sul lungomare Caracciolo tra la Riviera di Chiaia e il mare ed è un giardino pubblico in perenne ristrutturazione. E’ l’antico galoppatoio reale borbonico sul mare  creato nel 1780 che fu trasformato alla fine della dinastia in villa comunale: splendide le sue rappresentazioni in famosi quadri dell’800 legati alla storia della città e della dinastia borbonica dove viene raffigurato con nobili a cavallo o in ampie parate militari. Unico polmone verde sullo splendido lungomare napoletano è pieno di alberi di vario genere, che si sono avvicendati nel corso dei secoli, e vi si trovano addirittura piante da dattero provenienti dall’Africa. Nella villa comunale c’è la bellissima palazzina che ospita la Stazione Zoologica Anton Dohrn, acquario più antico di Europa, dove è possibile vedere numerose specie di pesci e crostacei del Golfo di Napoli.

Parco Archeologico del Pausilypon

Parco_archeologico_del_Pausilypon

Sulla collina di Posillipo era in origine una villa patrizia romana appartenente a Publio Vedio Pollione, dell’epoca di Augusto. Alla sua morte, il complesso del Pausilypon passò all’imperatore. Al complesso si accede attraverso la Grotta di Seiano costruita dai romani e lunga circa 770 metri, che unisce Coroglio con il vallone della Gaiola passando attraverso la collina di Posillipo. Alla fine si arriva alla terrazza che comprende due edifici per spettacoli, il teatro e l’odeion e poi una balconata panoramica sulla Gaiola.

Orto Botanico

orto botanico napoli

L’Orto Botanico di Napoli fu creato agli inizi del 1800, nel periodo “decennio francese”. I francesi realizzarono un’idea concepita in precedenza da Ferdinando IV di Borbone e che non fu portata a termine per i moti rivoluzionari del 1799. Il decreto di fondazione della struttura fu firmato nel 28 dicembre 1807 dal Re Giuseppe Bonaparte, fratello di Napoleone. Per la realizzazione del parco vennero espropriati dei terreni di proprietà in parte dei Religiosi di S. Maria della Pace e in parte dell’allora Ospedale della Cava. Attualmente è gestito dall’Università Federico II e contiene tantissime e rare varietà botaniche.

Musei

Musei universitari

Musei universitari

Ingresso gratuito per studenti universitari e per gli under 5 e over 70. Il Centro Musei delle Scienze Naturali si trova nel complesso universitario di Mezzocannone della Federico II. Istituito nel 1992 è costituito dai musei di Mineralogia, Zoologia, Antropologia, Paleontologia e di Fisica. L’alto valore scientifico e storico delle collezioni e il rilevante interesse architettonico  e culturale delle sale espositive ne fanno una struttura che si pone in chiara evidenza nei confronti delle altre istituzioni museali nazionali ed internazionali. I 5 musei universitari occupano una superficie di circa 5000 mq e custodiscono più di 160.000 reperti provenienti da tutto il mondo. Le sale espositive sono aperte al pubblico dal lunedì al venerdì e con aperture straordinarie il sabato e la domenica per mostre ed eventi particolari.

  • Orari e periodi: Dal lunedì al Venerdì dalle 9:00 alle 13:30 – Il lunedì e giovedì anche dalle 14:30 alle 16:45
  • Gratis per: Studenti universitari, under 5, over 70
  • Dove: Via Mezzocannone, 8, 80100 Napoli NA
  • Contatti e informazioni:  0812537587

Pan

Historias Latinas PAN

Da marzo 2005 è stato istituito a Napoli il PAN, il Palazzo delle Arti di Napoli uno spazio civico che ha sede nel settecentesco Palazzo Roccella di oltre 6000 mq, in via dei Mille n. 60. Nel PAN ci sono spazi espositivi per l’incontro e lo studio delle opere e dei protagonisti dei linguaggi e delle forme dell’arte contemporanea. Una programmazione annuale che comprende molte mostre e rassegne cinematografiche, laboratori ed eventi creativi, e una sezione dedicata ai più bambini. L’ingresso è gratuito salvo grandi mostre a pagamento.

Panorami di Napoli

I bastioni di Castel Sant Elmo

Bastioni castel sant'elmo

In via tito Angelini 22.Il Castel Sant’Elmo è l’unico castello, in tutta l’Europa a possedere una forma a stella a 6 punte. Ed è proprio grazie a questa sua forma che è possibile ammirare un panorama a 360°. E’ ad ingresso gratuito tutte le prime domeniche del mese. A partire dal 1 marzo 2016 è aperta anche il martedì la passeggiata sugli spalti di Castel Sant’Elmo. Ogni martedì si potranno visitare la Piazza d’armi, gli spalti e i camminamenti pedonali con biglietto ridotto di € 2,50 – tutti gli altri giorni € 5,00.

Belvedere di San Martino

pedamentina san martino

In Largo San Martino; Un luogo dalla vitalità instancabile. A qualsiasi ora, infatti, il belvedere è animato da ragazzi, coppie, turisti che si recano sulla mozzafiato terrazza per godere del fantastico panorama che offre; a spiccare è senza dubbio  Spaccanapoli alla ci sinistra, si può ammirare la bellissima zona di Capodimonte. e ancora ovviamente il mare, costellato di barche a vela e naturalmente il Vesuvio con parte del nostro meraviglioso golfo.

Via luca giordano

panorama capri da via luca giordano

In piena zona Vomero tra le strade di negozi, locali, vetrine, pizzerie, gelaterie che si cela un inaspettato e spettacolare angolo tutto da scovare. In fondo a via Luca Giordano, proseguendo verso via Aniello Falcone, si giunge alla chiesa di San Francesco, dalla quale potrete appunto perdervi su una stupenda vista sull’incantevole isola di Capri.

Riva Fiorita

giuseppone a mare panorama

A Posillipo è uno dei pochi punti della città dove, dalla collina (di Posillipo) si arriva proprio sul mare. Conosciuto per gli aperitivi estivi e per i buoni ristoranti, tra cui il famoso Giuseppone a MAre, tutti con una vista invidiabile. Sembra di essere in vancanza nella propria città! Attenzione: la zona è ZTL!

13 Discese di Sant’Antonio

13 discese di sant'antonio

Semplicemente un panorama con una vista a dir poco mazzafiato, particolare ed unica.

Lungomare Caracciolo

Lungomare panorama

Un luogo che in tanti ci invidiano con una bellezza unica. È uno dei principali luoghi di ritrovo in qualsiasi periodo dell’anno. Da qui potrete fotografare una delle più belle cartoline di Napoli.

[ad name=”Napoli-end”]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

scroll to top