Visita speciale a 2€ al Teatro di San Carlo per ricordare Re Carlo di Borbone

Natale in Jazz al Teatro San Carlo di Napoli

Mercoledì 20 gennaio 2016, alle ore 17.30, si terrà una speciale visita guidata al San Carlo (al costo di 2 euro) nel giorno in cui ricorrono i 300 anni dalla nascita di Carlo III di Borbone, Re di Napoli, che volle la costruzione del Teatro di San Carlo.

Carlo Sebastiano di Borbone, conosciuto come Carlo III nacque 300 anni fa a Madrid, il 20 gennaio 1716.

Fu prima duca di Parma e Piacenza con il nome di Carlo I dal 1731 al 1735, e poi dal 1735 al 1759 Re di Napoli e Sicilia. Successivamente divenne Sovrano di Spagna dove morì a Madrid il 14 dicembre 1788. Sovrano illuminato durante il suo regno oltre al San Carlo, il re Carlo di Borbone realizzo tantissime opere che fecero grande la città di Napoli e il suo Regno.

Oltre al catasto ed a una importante riforma legislativa il Re Carlo commissionò la costruzione delle regge di Portici e di Capodimonte, questa concepita prima come casino di caccia per il grande bosco circostante e poi destinato a ospitare le opere della collezione Farnese, da lui trasferite da Parma. Il Re decise anche di edificare una residenza reale a Caserta sullo stile della reggia francese di Versailles. Tra le tantissime altre opere da lui volute per la città e il Regno ricordiamo le scuole per la produzione di manifatture artistiche tra cui la Real Fabbrica degli Arazzi (1737) e il Real Laboratorio delle Pietre dure (1738), nei pressi della Chiesa di San Carlo alle Mortelle, la Real Fabbrica della Porcellana di Capodimonte (1739), e la Real Fabbrica di Maioliche di Caserta, attiva solo nel triennio 1753-56.

Il Teatro di San Carlo

Il teatro di San Carlo fu costruito nel 1737, per volontà del Re Carlo III di Borbone che voleva dare alla città un teatro all’altezza del suo potere regio. Il lirico napoletano è tra i più antichi d’Italia in quanto fu costruito 41 anni prima delle Scala di Milano e 55 anni prima della Fenice di Venezia.

Il progetto fu affidato all’architetto Giovanni Antonio Medrano, un militare spagnolo di stanza a Napoli, e ad Angelo Carasale, già direttore del San Bartolomeo e la “real fabrica” fu completata in soli otto mesi con una spesa di 75 mila ducati. Nella configurazione originale del Medrano c’era una sala lunga 28,6 metri e larga 22,5 metri, con 184 palchi, compresi quelli di proscenio, disposti in sei ordini, più un palco reale capace di ospitare dieci persone, per un totale di 1379 posti.

L’inaugurazione avvenne il 4 novembre 1737 onomastico del sovrano, con l’opera “l’Achille in Sciro” di Pietro Metastasio, con musica di Domenico Sarro e “due balli per intermezzo” creati da Gaetano Grossatesta.

La visita guidata al Teatro di San Carlo

Il Teatro di San Carlo aprirà le sue porte il 20 gennaio 2016 alle 17,30 per una speciale visita guidata a cura di Antonella Rizzo.

Il Teatro inaugura con questo omaggio a Carlo III un anno di celebrazioni che proseguiranno in collaborazione con il Comune di Napoli che dedicherà il Maggio dei Monumenti proprio a Carlo III. Al Teatro di San Carlo l’anno di celebrazioni culminerà il 4 novembre 2016, ore 20.00, con l’esecuzione in forma di concerto dell’Achille in Sciro di Domenico Sarro, su libretto di Pietro Metastasio, in replica sabato 5 novembre, ore 19.00.

La Visita guidata al Teatro di San Carlo si terrà Mercoledì 20 gennaio 2016, ore 17.30 al Prezzo di Euro 2 come diritto di prenotazione. I biglietti per la visita guidata dedicata alle celebrazioni di Carlo III di Borbone potranno essere acquistati direttamente in biglietteria nei normali orari di apertura (dal Lunedì al Sabato dalle 10 alle 17.30.La visita sarà possibile fino ad esaurimento dei posti disponibili. 

Volendo potete acquistare il biglietto direttamente sul sito a questo indirizzo

Maggiori informazioni sull’evento



© 2015 Napoli da Vivere. Tutti i diritti riservati.
Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. Per informazioni visitare la Privacy Policy.
«Raccontiamo il meglio di Napoli»
Top